Villa Carcina, 17 febbraio 2013
Cross di villa Glisenti: entusiasmi, trepidazioni e... struggenti ricordi


Villa Carcina accoglie i giovani impegnati nel cross con una mattinata gradevole, fra l'alternanza di un sole pallido e alcune gocce di pioggia mista a nevischio: contorno splendido, considerando come due anni orsono nevicasse e la scorsa stagione piovesse a dirotto!
L'Audaces Nave si presenta con un buon numero di atleti, molti all'esordio, alcuni già ben rodati e altri che devono trovare la loro collocazione specifica in una disciplina di sacrificio come richiede la corsa fra i campi.

Le prime a partire sono le "ragazze" e non tutte ascoltano i consigli degli… anziani: partire veloci perché il tracciato non consente di superare avversari, specialmente nella prima parte del percorso. Parte bene, ma sin troppo forte, Lara Fiini che poi pagherà (43^) questa esuberanza; partono malino le più quotate Arianna Pedrali (13^) e Licia Degiacomi (14^), che poi faranno fatica a colmare il vuoto ed entrare nel novero delle "top 10" premiate, un posto che meritano assolutamente per qualità.
Si batte bene Silvia Caravaggi (36^) mentre spiace rimarcare che troppe ragazze manchino all'appello vuoi per motivi di salute, catechismo, impegni sciistici o, semplicemente, malavoglia.

Fra i maschi appare subito tonico Matteo Faini, inserito fra i migliori sin dalla fase d'avvio e poi ancora in progresso nel finale, agguantando un bellissimo sesto posto. Soffre un po’, ma si batte con la tenacia di sempre Stefano Cordella, che è più giovane di un anno, ma ugualmente lotta come un leone e coglie un bel piazzamento (16°). Esordio positivo anche per Mattia Stefanini che dimostra agilità e resistenza meritando un valido 30° posto, non male per una prima esperienza in una prova che ha visto ai nastri di partenza una sessantina di atleti! Bravi anche Stefano Degiacomi a concludere la sua fatica in modo onorevole (38°) e Gabriele Azzani (34°).
Fra le cadette registriamo subito l’avvio poco deciso di Laura (chiodi troppo corti?) che tuttavia non si arrende e si colloca… in un terra di mezzo fra le migliori (alcune… abbordabili) e lo stuolo delle tante altre avversarie. Senza infamia né lode Veronica mentre Marcella pretende forse un po’ troppo inizialmente e va in affanno. Al termine Laura Ghidoni sarà 16^ e Veronica Rossetti 31^, ma sono certo che faranno ancor meglio in avvenire, magari su distanze più consone alle loro attitudini.
Nessun cadetto al via e… bip… nessun commento!!

Fra le "esordienti" sono davvero tante le ragazze in maglia rossa: non azzecca una buona partenza Flavia Seggioli che tuttavia si batte con la solita grinta: peccato termini all'11° posto… appena fuori dai premi!
Brava anche Susan Minetta (19^) e via via anche le altre più o meno trepidanti "audacine", un bel gruppetto affiatato che vede Valeria Roncali collocarsi al 29° posto precedendo Cristina Tameni (buon esordio e 33^ piazza), Marino Lucilla (43^), Letizia Rosa (44^), Chiara Di Michele (47^), Giulia Sambrici (50^), Sofia Onorini (55^)  e Alessia Maestri, davvero brava a concludere la sua prima campestre!

Fra i maschi assai tenaci sin dall’avvio Simone Spagnoli e Alessandro Venturini, con partenze pimpanti che li mettono nel novero dei primi in una prova molto combattuta, vivace e assai partecipata (65 partenti) una "volatona" che non offre momenti di tregua e che vedrà i nostri due rappresentanti collocarsi onorevolmente rispettivamente al 12° e 16° posto.
Nella stessa gara un elogio per Federico Faini (27°) per i due Luca, uno, Laffranchi (34°) più a suo agio su distanze un po’ più impegnative e non velocissime sin dall’inizio, l’altro, Brida, che ha saputo concludere la gara in modo positivo.

Fra gli "esordienti B" trepidante l’esordio della giovanissima Irene Fiini (classe 2005), mentre Naomi Minetta ha festeggiato il suo 9° compleanno con una prestazione davvero pregevole così come è avvenuto per Nadir Rivadossi, tosto e volitivo: sono stati tutti premiati allo stesso modo, indipendentemente dalla classifica, come giustamente si vuole in una categoria dove per il momento conta partecipare con entusiasmo, ma le lacrime di Naomi, che avrebbe desiderato un piazzamento migliore, la dicono lunga sul carattere e sulle aspettative che si intravedono nella bimba!

Concludendo si può essere soddisfatti della bella giornata trascorsa a Villa Carcina domenica 17 febbraio, una giornata nella quale l’apporto di tutti ha consentito alla società Audaces Nave di conquistare un buon 6° posto in classifica: peccato venissero premiate solo le 4 migliori società!
Verrà, prima o poi, anche il nostro turno… se tutti saranno presenti!
E’ bello infatti ritrovarsi in tanti, verificare le gioie, le trepidazioni, le soddisfazioni (o anche le piccole delusioni) dipinte sul volto dei nostri ragazzi (…e genitori) anche solo per aver portato a termine la gara! E’ una bella atmosfera, piccole felicità e complicità impagabili che l’atletica sa regalare.

E’ bello poter pensare anche a Carlo Zani, che tornerà fra noi domani dopo una settimana d'ospedale, all'album delle figurine degli sportivi dell'Audaces Nave ormai in edicola, a "Venni" presente come allieva-coach alla campestre!

Quanto a me,rientrando a casa sulla nuova, comoda e confortevole vettura di Alessandro, ho scoperto che apprezza la musica di Neil Percival Young e ho riascoltato brani di "Harwest", che mi avevano fatto compagnia nei lunghi mesi di… naja più di 40 anni fa!
Ricordi, struggenti come non mai, per un tempo che passa, inesorabile!
Ci risentiamo per gli impegni previsti nel primo week end di marzo… speriamo con tutta la forza della squadra!

 
             

Paolo

 
  I risultati
Le immagini