Rezzato, 10 giugno 2015
Cadette e cadetti, pochi, ma validissimi

Non sono riuscito a “gustare” dal vivo le imprese di cadette e cadetti, perdendomi un paio di manifestazioni disputate a Chiari (campionati provinciali e meeting nazionale) ma, a bocce ferme, valutando i risultati non posso esimermi dal fare i complimenti ai pochi, ma validissimi giovani della categoria.

Inizio dalle cadette sia per galateo sia per qualità: le “imprese” di Licia ed Elena nella velocità (80 e 300) e sulle barriere (80 e 300) sono lì a testimoniare quanto grande sia la loro predisposizione per queste prove e giusto il merito derivante dall’assiduo allenamento e dall’apporto tecnico ricevuto.
Non per nulla hanno riscritto e aggiornato l’albo dei record societari di categoria in tante specialità!
Con un po’ di fortuna il “minimo” per la manifestazione nazionale (già conseguito da Licia nel salto in lungo) potrebbe essere raggiunto anche dalle nostre atlete in altre discipline!
Se Licia ed Elena sono le “punte”, la squadra è fortificata anche da Maria, velocista e lunghista, da Noemi, velocista, lunghista e lanciatrice, da Rebecca che si sta impegnando in varie specialità e dopo i 1000 ha già provato la durezza delle siepi, si è cimentata sui 300 e sulle pedane ha affrontato disco e peso. Anche Silvia ha all’attivo buoni riscontri in giavellotto e peso, mentre Martina si dibatte fra velocità e mezzofondo e un bel completamento di squadra viene anche da Valentina, che dopo un periodo tribolato pare rinfrancata sulla velocità. Purtroppo mancano all’appello prestazioni di altre due cadette di buon talento come Ivana e Benedetta… che attendiamo in pista.

Fra i maschi… “attivi” sono rimasti Stefano e Gabriele: il primo si sta cimentando davvero in tutte le discipline con lodevoli risultati (le tabelle dei record sociali sono monopolizzate!) avendo disputato un esathlon da oltre 3000 punti! Bravo anche Gabriele che, superati alcuni guai muscolari, finalmente è sceso sotto gli 11” nella velocità e si è migliorato anche nei 300hs. Anche nel settore maschile oltre a Yaro pensavamo di poter contare sui lanci di Abeni e le prove di mezzofondo di Stefanini: se il primo è giustificato perché ha scelto il basket,... l’abbandono di Mattia ci ha lasciato… perplessi.

L’ultimo impegno agonistico di Rezzato, con titoli provinciali in palio, non è stato fortunato per Elena, incappata in una caduta sulle barriere (fortunatamente senza conseguenze gravi). La serata è stata particolarmente generosa per i colori sociali grazie ai tanti miglioramenti di Licia, bravissima sulle barriere a togliersi dalla mente la caduta di Elena e a spingere sulla pista (!) con potenti falcate approdando ad un ottimo e migliorabile 12”76 e ad esprimersi più tardi in un validissimo 300 corso di un paio di centesimi “sotto” i 43”!! Anche Maria gestiva bene la stessa prova e si migliorava ed ora è pronta a scendere sotto i 50”; Martina, bravissima, otteneva il suo primato personale sui 1000 correndo in 3’31”32 in una gara dove le schegge villanovesi si collocavano sotto il muro dei 3’, limite al quale non arrivano molti coetanei maschi!
Silvia si presentava sulla pedana del peso e otteneva il bronzo con 7,90, ma forse aveva fatto meglio in un lancio precedente giudicato inferiore (un bel caos!).
Stefano si migliorava sui 100 ostacoli (15”70) e otteneva il bronzo segnalandosi poi nel giavellotto dove tornava a sfiorare i 30 metri. Gabriele con una gara giudiziosa ed efficace si migliorava sui 300 scendendo sotto la barriera dei 45”.

Da sottolineare infine l’impresa di Veronica che nel peso iniziava la serie con il suo nuovo primato (12,27) per poi allungare la gittata sino ad un pregevolissimo 12,77, misura che sinora otteneva solo in allenamento! Bravissima anche perché la gara nazionale è… alle porte!

Il prossimo impegno vedrà tre nostri rappresentanti inseriti nella rappresentativa provinciale che si presenterà domenica 14 giugno a Mariano Comense: si tratta di Stefano (convocato nel salto con l’asta) di Licia (salto in lungo) ed Elena (200 ostacoli). Un trio che ci onora e al quale auguriamo sin d’ora un buon… in bocca al lupo!

La nota finale è dedicata ad Andrea e …Fabio che seguono i nostri pupilli: Andrea vi dedica entusiasticamente tantissimo tempo, Fabio invece lo “ruba” letteralmente ad esigenze di famiglia.
Spero vivamente che si trovi la giusta misura per seguire tutti i nostri piccoli e grandi atleti, partendo dagli esordienti arrivando a chi dovrà seguire il difficile passaggio di categoria negli allievi. Il ciclo, se interrotto, spezza infatti una continuità che è garanzia di serenità e affiatamento.
Un grazie a Carlo, esemplare sempre quando c’è bisogno, e ai genitori che sostengono attivamente la società condotta con dinamismo, gioia, tenacia ed entusiasmo dal validissimo presidente Alessandro.
Quanto al… sottoscritto si muove… senza mor…dente! Ciao a tutti e chi può venga al mattino ad allenarsi col fresco (26°!).

 
             

Paolo

 
  I risultati