Rezzato, 15 giugno 2013
A Rezzato, grande prova di squadra... grazie di cuore!

Per chi non lo sapesse Rezzato è stata la mia seconda sede come insegnante di educazione fisica: ci sono rimasto per sette anni (dal 1973 al 1979) e ho iniziato a mettere le basi di quello che sarebbe diventato, nel 1975, il G.S. Rezzato. A Rezzato ho lasciato dunque, affettivamente, una parte di….me, una parte che mi viene ricordata vedendo ancora in campo atleti eccellenti come Alberto Papa o Pierluigi Rebuzzi, Grazia Mangili, Bresciani, le sorelle Conforti, o amici di lunga data come Aronne, Enrico e Memo Romano, colleghi di… ieri come Foresti e oggi come Botta, sindaci di… ieri Cargnoni e di oggi Danesi, dirigenti di ieri come Romolo e Mario Bresciani e di oggi come l’ex allievo Ferdinando Facchin, e tanti altri che ho nel cuore come Silvana Baruzzi che, proprio oggi a bordo campo, mi chiede… se la riconosco ancora a 40 anni di distanza! Come potrei averla dimenticata quando con Scaroni, Papa, Bellandi, le sorelle Romano, Cargnoni, Gabusi, Arici, le cugine Bresciani, Piccinotti, Lombardi, Toselli, Martino, Lombardi, Sanavio, Zanardelli, Quadrubbi, Scotti, Merici, Pomati,Tognazzi, Faini, i gemelli Gordi, Cadamuro, Turra, Bresciani, Lonati, Zanoni, Portesi, Clauser e prima ancora, Aggeo, Santino, Ivano Catini, Adolfo Galli, o i Mereghetti, i Romano, Mancini, Zanardelli e Garletti formavano uno squadrone, arancio e nero, che si segnalava sulle pedane e piste della provincia? Certamente non li posso citare tutti: l’entusiasmo e la partecipazione erano alle stelle se ad una campestre dell’epoca ci presentammo in più di novanta!
Ecco perché a Rezzato torno con un magone nel cuore che può risultare incomprensibile per altri (tecnici, dirigenti, genitori e ragazzi di Nave) che accompagno come tecnico… dopo 40 anni.

Perdonatemi questo personalissimo sfogo, ma, come scrisse Oscar Wilde… “il problema non è che fuori si invecchia, ma che dentro si rimane giovani.” Rezzato mi ha consentito di… tornare a rivivere, 40 anni dopo, sensazioni ed emozioni davvero belle: il successo iniziale, seppur ottenuto in batteria, di Laura Ghidoni che sigla la sua performance nei 600 e i salti di Veronica nel lungo spingono le più giovani a far meglio e così vengono le vittorie di Martina nell’alto e i progressi di Licia, poi sicura vincitrice sugli ostacoli, i brillanti piazzamenti di Stefano Cordella in tutte le gare effettuate così come la prestazione (20”31 e…. non un secondo in più!) di Veronica sulla inusuale distanza dei m.150, seppur alle prese con noie di muscoli che… strapazza. Bravi i componenti delle staffette giovanili 4 x100, maschile e femminile, seppur con le variazioni dell’ultimo minuto, che hanno contribuito al brillante piazzamento di squadra, bravi Francesco e… company nel peso dopo un riscaldamento effettuato… a lanci di pigne, brave Arianna, volitiva come sempre, Martina, Mattia e soprattutto Malithi nei 600, le… ostacoliste Noemi, Silvia, Giulia e Maddalena così come i due Stefano e Gabriele impegnati sulle barriere e, per finire, l’ennesimo miglioramento di Marcella nel peso, sfiorando una meritata medaglia.

Al termine del meeting, attraverso un utilizzo del medagliere e dei piazzamenti fra i primi sei classificati, l’Audaces Nave ha conquistato un pregevole 5° posto di squadra sulle 32 formazioni presenti! L’unico rimpianto è quello di non aver potuto gioire della presenza in campo di Ivana, alle prese con una forte epistassi che le ha impedito di partecipare fisicamente ad una specialità, la staffetta, che le stava a cuore. La presenza, con l’intera famiglia, e la sua voglia di far parte del gruppo sono tuttavia encomiabili:sono il segnale di un affiatamento che l’Audaces Nave porta con sé ovunque vada, non solo con lo striscione e la mascotte “Emma la renna”, ma con tutti i genitori e gli atleti che la famiglia giallo-rossa, presieduta dall’entusiasta Alessandro con il conforto di Fabio e Carlo, sa galvanizzare intorno a sé.

A proposito di “famiglia” sembra che l’atteso incontro genitori-figli debba essere rinviato a settembre per concomitanze inaspettate: chiusura della strada Nave-Caino per manifestazione motoristica, assenze di attesi protagonisti come Renato e… caldo soffocante.
Il rinvio a settembre offrirebbe un opportuno… periodo utile ad… allenarsi adeguatamente.
A presto per gli ultimi… fuochi pirotecnici di stagione, dopo tre gare disputate in sei giorni… un record anche quello!

 
             

Paolo

 
  I risultati
Le immagini