Villa Carcina, 19 gennaio 2014
Corsa campestre: si ricomincia... all'insegna del fango e della pioggia

L’annata agonistica 2014 riprende dal cross country e Villa Carcina è la prima sede di gara del circuito giovanile al quale l’Audaces Nave aderisce; la presenza dei colori giallo-rossi è garantita da un manipolo di piccoli, ma coraggiosi atleti che non si scompongono di fronte alle avversità del tempo che, nei giorni che hanno preceduto la gara, ha imperversato rendendo il percorso un autentico pantano. Fortunatamente la mattinata di domenica… regge il confronto rispetto alle giornate precedenti e i disagi sono superati anche grazie al funzionale gazebo “audacino” che funge da riparo e spogliatoio. I primi a prendere il via, emozionantissimi, sono gli esordienti B-C ovvero i nati 2005/2006/2007 che si cimentano nella volatona di 300 metri: bravi i nostri bimbi (vedi fotografia) che, sotto lo sguardo trepidante dei genitori, portano a termine gioiosamente la loro fatica, con Elisa particolarmente felice per aver conquistato la sua prima medaglia!

Si passa poi alle classiche categorie esordienti dove, per la prima volta, non abbiamo rappresentanti femminili in campo! Bravi invece i due maschietti schierati con Marco Prandini che denota di non patire l’ingresso nella nuova categoria (19°) e Luca Laffranchi (26°) che stenta a restare in equilibrio sul percorso. Nella categoria “ragazze” è presente la “tosta” Arianna Pedrali che si batte con grande coraggio, ma nulla può contro il fango che sembra spingerla all’indietro anziché in avanti.
Brava davvero e soprattutto tenace la nostra Arianna avrà modo di rifarsi quando i terreni saranno più propizi al suo talento. Un plauso per Anna Piccoli inserita nella nuova categoria, capace di distribuire bene le sue forze accettando uno sforzo davvero notevole: può ulteriormente migliorare la sua prestazione se continuerà ad usare bene la testolina! Fra i maschi una nota positiva per Stefano Cordella che non si fa sorprendere in partenza e disputa la gara con grande saggezza, cedendo solo nel finale qualche posizione, ma entrando nella top ten che gli garantisce un meritato trofeo.
Bravi anche Gabriele Azzani, Simone Spagnoli e Yaro Piccoli, rispettivamente 30°, 31° e 36°, a concludere questa loro prima gara 2014 con una nota di merito per l’esordio positivo di Simone nella nuova categoria (e crediamo che una volta vinte certe tensioni la nostra… ”radio” sia in grado di migliorare ulteriormente!) A Yaro e Anna il consiglio di non gareggiare con i pantaloni della tuta poiché nel fango si inzuppano e… aumenta ulteriormente lo sforzo di arrivare al traguardo.

C’era attesa per la categoria cadette dove presentavamo Laura Ghidoni e Veronica Rossetti: quest’ultima aveva solo il compito di terminare la prova affrontandola come allenamento di resistenza, obiettivo assolto con tenacia, mentre Laura era attesa ad una conferma dopo la bella prova di Mazzano. Partita con un po’ troppa ansia Laura si è via via sbloccata sino a sfiorare una rimonta impensabile, con il… podio a portata di… gambe. Una bellissima gara che ripaga Laura dei sacrifici e degli sforzi che sta facendo per migliorarsi, così come del resto avviene per Veronica che troverà in ben altre specialità il modo di evidenziare le sue doti.
Una nota conclusiva per i nostri atleti: il presidente Alessandro, i tecnici e i preziosi genitori-collaboratori stanno facendo del loro meglio per proporre ai nostri ragazzi una attività sportiva che li faccia crescere bene, li porti a valorizzare le loro attitudini, li faccia riflettere sul significato di impegno e costanza nell’applicazione, unici metodi per progredire. In cambio si vorrebbe serietà e collaborazione… cominciando dalla voglia di affrontare qualche disagio, da comunicazioni tempestive circa l’indisponibilità alle gare o agli allenamenti. E’ troppo?
Crediamo di no e speriamo di verificarlo sin dalla prossima campestre, quella di domenica 16 febbraio a… due passi da casa, Concesio.

 
             

Paolo

 
  Risultati              
  Le immagini