Castenedolo, 26 gennaio 2014
Due secondi posti (e podi) nel… triplo di Castenedolo!

Unica eccezione alle classiche del cross la pista indoor di Castenedolo propone nell’ultima domenica di gennaio i campionati provinciali riservati a cadetti e cadette; la pattuglia “audacina” si presenta su pista e pedane con un po’ di… apprensione fra le atlete all’esordio nella categoria, alle prese con le scarpe chiodate indossate (o meno) nel loro primo impegno agonistico dell’annata 2014. Per cadetti e cadette del secondo anno c’è una diversa “maturità” e la consapevolezza di gareggiare con maggior serenità.

Veronica è la prima a cimentarsi fra le barriere (60hs) e nonostante un richiamo di seconda gamba un po’ lento, piomba sul traguardo una manciata di cm dietro la positiva novità rappresentata dalla giovanissima Chiara Pozzani: il cronometro segna 10” netti per l’atleta di Villanuova, miglior tempo delle batterie, e sono in molti a pensare che anche Veronica passi agevolmente alla finale dei primi. Il verdetto invece attribuirà alla nostra atleta il tempo di 10”23, quinto complessivo, e a Veronica, delusa, rimane la soddisfazione di aggiudicarsi la finale di consolazione correndo in 10”15 poi corretto di un centesimo (10”16). Francamente pensavamo tutti (anche tecnici di altre società) che l’accesso alla finale più prestigiosa fosse raggiunto, ma… così non è stato ed è inutile piangersi addosso; a Veronica va anche il merito di aver migliorato il nuovo primato sociale e di mettersi in luce nel salto triplo saltando… le prime tre volte con un piede di stacco e le altre tre volte con l’altro! Finirà ottima seconda con m.9,65. Nella stessa gara anche Samuele Pedrotti sapeva uguagliare l’impresa di Veronica saltando 10,90, ad un centimetro dal primato sociale e suo nuovo limite personale. Samuele vale ampiamente gli 11 metri se, allenandosi a dovere, saprà essere veloce e preciso nello stacco. Certamente davanti si è trovato un “mostro” di bravura, quell’Andrea D’Amico talento che sulla pedana di casa atterra all’incredibile misura di m.13,10 dopo aver vinto anche la finale dei 60 metri piani (7”67).
Se Samuele è stato bravo occorre dire che Paolo non è stato da meno! Per due volte,in batteria e nella finale di consolazione che lo ha visto collocato al quinto posto assoluto, si è vistosamente migliorato sui 60 piani (7”91 e 7”89) segnale assai positivo per la stagione all’aperto dove senz’altro metterà a profitto i frutti della continuità di allenamento dimostrata sinora. Anche per lui nuovo primato sociale! Nell’analoga gara riservata alle “cadette” le nostre ragazze hanno esibito “volate” senz’altro buone: Ivana (8”81 poi… tramutato in 8”84!) Silvia (9”23 p.p.) Naomi (9”24) Marcella (9”56) si sono confrontate con le scarpe chiodate e l’esordio va considerato positivo.

Ivana è stata poi bravissima nel salto in lungo dove ha sfoderato una notevole “verve” portandosi a 4,53, ad un solo cm dal suo “personale”. Lo scorso anno aveva vinto fra le “ragazze” con 4,01, quest’anno pensiamo possa valere più di 4,65 all’aperto.
Miglioramenti anche per Silvia che ha esordito con un nullo millimetrico di oltre 4 metri per poi trovare la sua misura migliore nell’ultimo salto utile (3,93) mentre Martina (3,64 ) e Noemi (3,62) “litigavano” con rincorse sempre diverse una dall’altra.
Una domenica ampiamente positiva per i colori giallorossi dell’Audaces Nave grazie all’impegno, apprezzato, dei nostri giovani: speriamo sia di buon augurio per il resto dell’annata.
Il presidente Alessandro si è goduto una meritata giornata di… ferie, ma il pensiero era ai suoi pupilli tanto che in serata aveva già aggiornato la tabella dei record di società!

 
             

Paolo

 
  Risultati