Chiari, 25 e 26 maggio 2013
Ma che colore ha una giornata uggiosa

Ma che colore ha una giornata uggiosa? Giallo rosso... ovviamente... basta guardare le unghie dipinte delle nostre esordienti che non perdono l’occasione per esternare la gioia di far parte di un bel gruppo vivace, sanguigno e solare.
Un fine settimana davvero incredibile: sabato freddo, acqua e grandine hanno caratterizzato la manifestazione riservata alle prove multiple di esordienti (biathlon) e cadetti/e (prima fase del pentathlon) mentre domenica cielo terso, aria frizzante, ma tanto sole hanno accompagnato la fatica conclusiva dei cadetti/e e la disputa del tetrathlon ragazzi/e, disertato malamente da qualcuno che nemmeno si preoccupa di avvertire della mancata partecipazione...
 
Puntuali all’appuntamento tutti i “piccoli” ,gli esordienti, che pure potevano avanzare qualche perplessità di fronte al maltempo: invece tutti presenti,una... lezione per chi si ritiene più alto, di statura, non certamente più... grande!
Le gare degli esordienti sono state (giustamente) modificate: niente ostacoli e salto in lungo, pericolosi per l’intensa pioggia, e spazio alla velocità e al vortex, per la... gioia di Flavia!
La fortuna non arride a qualcuno, favorisce qualcun altro e così hanno beneficiato del cambiamento le brave Susan (finalmente sorridente sul podio) e Alessia che hanno dominato proprio il lancio del vortex con misure che nemmeno le “ragazze” ottengono (vero Licia?)
Una fredda, bagnata, ma bella giornata per gli esordienti, (Simone, Luca, Alessandro, Mattia, Chiara,  Sabrina, Giulia, Susan, Flavia, Letizia, Alessia e Aida), che, seguiti dalla chioccia-presidente Greotti, pur infreddoliti si sono comunque divertiti.

Impegnativa è stata la giornata di Veronica Rossetti che si è sorbita tre gare toste (ostacoli 13”96, alto 1,35 e giavellotto 24,55) in condizioni atmosferiche davvero precarie, con l’incubo di cadere sulle barriere come era avvenuto a Rodengo. Brava la nostra atleta a superare le paure e ad affrontare con grinta le gare, concluse la giornata seguente (lungo e 600) con brillantezza tanto da stabilire primati personali e salire sul secondo gradino del podio con il nuovo primato sociale (3038 punti) ampiamente migliorabile nella prossima stagione, quando Veronica avrà piena consapevolezza del suo valore! Sul gradino più alto del podio Marta Rossetti... un cognome che è una garanzia!

Bravo Paolo Bassolini, cadetto alla sua prima gara nel lancio del disco, dove ha ottenuto 17 metri esatti, risultato dignitoso e si è reso conto che non sono tanti a praticare la specialità! Anche per lui l’augurio di poter continuare con pazienza e tenacia in discipline che potranno riservargli buone soddisfazioni.

Nella manifestazione di domenica i nostri “ragazzi e ragazze” si sono davvero ben comportati: sicura Licia sugli ostacoli (10”34), ottima Martina nell’alto dove finalmente si è espressa su alti... livelli (1.42) liberandosi da fantasmi e paure, bravissima Maddalena che si è aggiudicata una splendida medaglia d’argento cogliendo il secondo posto grazie a quattro gare di ottima fattura, soprattutto ostacoli (10”88) e alto (1.30), che dovrebbero farle comprendere di aver più fiducia nei suoi mezzi; molto brave Licia (1’54”44) e Arianna (1’57”72) nei 600 conclusivi, ottenendo significativi primati personali, anche se Licia aveva già compromesso la classifica finale con una insignificante gara di vortex perdendo il terzo posto per soli tre punti (bastavano 15cm in più di vortex!). Dopo l’exploit dell’alto Martina appariva psicologicamente appagata, ma ha resistito soprattutto nella gara di mezzofondo, uno sforzo che mi ha... dedicato, un gesto affettuoso che ho apprezzato.

Decisamente bravo in tutte le prove, ma non c’erano dubbi, Stefano Cordella che si è vistosamente migliorato nell’alto con 1.50 ribadendo una misura già valicata in allenamento e si è segnalato fra le barriere (10”42) nel vortex (44,74) e 600 (1’54”28). Molto bravo Matteo Faini nei 600, corsi in 1’49”34 a digiuno alle 13,45 (!) e bravo anche sugli ostacoli (10”56 con i tre passi rispettati), nell’alto (1.40) mentre i pochi metri persi nel vortex gli hanno impedito di salire sul podio; l’altro Stefano (Degiacomi) deve avere la pazienza di superare questo momento di stasi, prendere la vita con più filosofia (senti chi parla!) e... continuare ad allenarsi senza fare paragoni con avversari o compagni di allenamento: il suo turno verrà, basta avere fiducia nel lavoro che viene svolto e nei ritmi di crescita che sono strettamente personali.

Torno a lodare il risultato di Veronica nel pentathlon: ha concluso le sue cinque fatiche con 4,38 nel lungo (rincorsa da allungare!) e, stremata, i 600 con un “crono” davvero importante (1’53”86).
Il prossimo appuntamento è per sabato 1 giugno a Roè Vociano dove si disputano i campionati provinciali per la categoria ragazzi/e (una sola gara possibile) e le gare per esordienti.
Per tutti i nostri tesserati è l’occasione di scegliere la specialità preferita da affrontare in un pomeriggio che sarà certamente... corto, senza rientri notturni!
Sarà anche l’occasione per provare un eventuale impegno di squadra se le nostre formazioni verranno ammesse alla fase regionale di domenica 9 giugno a Mariano Comense (buone possibilità per le ragazze) dove, eventualmente, si andrà soltanto se... tutte... garantiranno la presenza!
Ultimi avvisi interessanti; sono arrivate le nuove tute: chi ne avesse bisogno si faccia avanti.
La manifestazione di atletica fra genitori e figli potrebbe essere effettuata a Nave sabato 22 giugno: presto daremo conferma della data e delle... prove da disputare in totale clima... olimpico!

 
             

Paolo

 
  I risultati
Le immagini