Nave, 31 maggio 2013
...e finalmente venne l'ora della Mini Olimpiade della valle del Garza

Dopo ben tre rinvii, causa maltempo imperante in questa strana primavera... acquatica, venerdì 31 maggio pista e pedane dell'impianto sportivo comunale "A. Greotti" hanno potuto ospitare gli studenti di prima media impegnati nella seconda edizione della Mini Olimpiade della Valle del Garza...e dintorni. I ragazzi, in rappresentanza di cinque scuole (Nave, Bovezzo, Concesio, Collebeato e Urago Mella, mentre mancava la "Virgilio" cittadina) hanno dato vita ad una bella mattinata di sport, si sono impegnati difendendo al meglio i "colori" delle loro rappresentative, sono stati seguiti da giudici (studenti, genitori e tecnici) che li hanno incitati a dare il meglio delle loro abilità, come in apertura di giornata era stato indicato dal bel giuramento redatto dagli studenti di Nave e letto da Cordella (atleti) e Montalbano (giudici).

Le gare, dopo l'iniziale sfilata delle rappresentative, si sono dipanate con sollecitudine e puntualità, mettendo in luce le abilità degli atleti, alcuni dei quali hanno davvero impressionato per attitudini spiccate verso la "regina degli sport": è il caso dei vincitori della prova di velocità, (Maria Inselvini di Collebeato 8"97 e Lorenzo Longo della Tridentina 8"40) dove ci sarebbe piaciuto vedere all'opera la "nostra" Licia e invece abbiamo gioito per il quarto posto di Gabriele per la prima volta, ufficialmente cronometrato "sotto" i 9" sui 60 metri.

In compenso entrambe le staffette veloci navensi, sia maschile che femminile, si sono imposte agevolmente sugli avversari, soprattutto nel settore maschile dove il 58"64 realizzato la dice lunga sulle buone qualità dei protagonisti, fra i quali c’è Stefano Cordella che si è aggiudicato alla grande la prova di salto in lungo (4,71 anche se ottenuto con battuta libera è un gran salto!) e Mattia Nolli (4,38). Sempre nel salto in lungo si è messa in luce anche Sophie Anelli, seconda (3,97) alle spalle della brava Anna Tregambe (4,07) che si è imposta facendo onore al suo... cognome! Brava anche Ilaria Temponi con un quinto posto ottenuto grazie al valido 3,80.

Eccellente il risultato di Lorenzo Pastori, navense, unico capace di scagliare il vortex oltre la fettuccia dei 40 metri, una misura davvero significativa!
Nel mezzofondo due "nostre" atlete dell'Audaces Nave si sono piazzate sul secondo e terzo gradino del podio, alle spalle della forte (nuotatrice) Benedetta Serra di Concesio capace di correre la distanza in 2'44": si tratta di Arianna Pedrali che frequenta la scuola di Bovezzo, ancora miglioratasi sino al 2'48" realizzato sulla scia dell'avversaria e Beatrice Valcamonico (Nave) che ha conquistato la medaglia di bronzo (2'58") e si sta concentrando sulle gare di... marcia, specialità difficile nella quale tuttavia dimostra buone e naturali attitudini.
Nel mezzofondo maschile davvero bravo Andrea Tognolini (Tridentina) vincitore con 2'34", ma confortanti le prestazioni di Alessandro Abeni e Francesco Trainini, finiti ad un soffio dal podio forse per una errata distribuzione degli sforzi (uno partito troppo piano, l'altro troppo forte!)

Nel complesso insomma belle gare e parecchi giovani che potrebbero ben figurare nell'atletica qualora decidessero di dedicare una parte del loro tempo libero a questa, per noi, affascinante disciplina. All'Audaces Nave, che ha svolto la parte organizzativa supportata dalla Scuola G. Galilei e dal Comune di Nave, sono arrivati gli elogi da parte delle autorità scolastiche e comunali presenti, delle scuole partecipanti sia per la bontà dell'iniziativa, sorretta economicamente dai tre Paesi della valle del Garza (Bovezzo, Nave e Caino) e da generosi sponsor come Banca di Credito Cooperativo di Brescia e Innova Group, sia per il montepremi rivolto ad atleti, insegnanti e scuole. Ci sono le premesse per una terza edizione che speriamo sia sostenuta dallo stesso entusiasmo e dal... tempo!

Due piccole migliorie potrebbero essere rappresentate dall'inno nazionale e dalla musica che accompagna la manifestazione (…e se fossero i ragazzi e gli insegnanti di musica di Nave a realizzarla?) e la presenza di tutti gli studenti navensi di prima media sulle tribune a fare il tifo per i loro amici in campo. Altre "novità" saranno svelate al momento opportuno.
Grazie a quanti, entusiasti, hanno lavorato, in silenzio e con discrezione, per la riuscita di questa manifestazione. Speriamo continuino a farlo...

 
             

Paolo

 
  La mini Olimpiade