Castenedolo, 13 gennaio 2013
Spettacolare inizio di stagione 2013 per l'Audaces Nave

Spettacolare inizio di stagione per i colori giallorossi… audacini!
Nell’impianto "indoor" (al coperto) di Castenedolo, dove si disputavano i campionati provinciali riservati alla categoria ragazzi/e (nati negli anni 2000 e 2001, beati loro!) i nostri giovani si sono rivelati fra i migliori partecipanti nelle tre specialità previste (60hs, 60 piani e salto in lungo) riuscendo a cogliere due titoli provinciali, altre prestazioni di considerevole livello tecnico ed un incredibile successo di società sia a livello maschile che femminile.
Una giornata memorabile: la prima del 2013, domenica 13, con 13 atleti… e magari qualcuno pensa che il 13 porti sfortuna!
Ricostruiamo questa indimenticabile giornata: al ritrovo, puntuali alle 8, dinanzi alla Banca di Credito Cooperativo ci sono tutti, meno Silvia Caravaggi, leggermente influenzata. In compenso c’è Mirko Brandolini, al suo esordio… con la sorpresa di non essere ancora tesserato per la stagione in corso. Nessun problema: il nostro tecnologico "Presidente" sbroglia in 7 minuti 7 la situazione per la gioia, mista a timore, di Mirko e della trepidante mamma. Gli "altri" sono pronti, galvanizzati da ultimi allenamenti che hanno segnalato una grande vitalità corale. Si parte e si arriva presto a Castenedolo: fa freddo, ma l’adrenalina e la tensione mascherano le difficili condizioni climatiche (tanto che Licia andrà in giro, anche all’esterno, in pantaloncini!)
Licia Degiacomi (va bene attaccato o ci vuole staccato?) è proprio la prima ad entrare in gara sugli ostacoli, una specialità che non ama molto (ma non ama nemmeno vortex e salto in lungo!).
Licia è uno di quei tipi che, una volta convinti, fanno le cose per bene e infatti piazza subito, nonostante una partenza non esemplare, un valido 10”52 che la rassicura finalmente di essere… brava. In finale, forte di questa convinzione farà ancora meglio e si esibirà in un probante 10”30 (sempre con il vizietto di partenza da migliorare) che la dice lunga sulle potenzialità di questa notevole atleta al primo anno di categoria.
Galvanizzati dalla impresa di Licia si battono bene sugli ostacoli anche Stefano Cordella e Stefano Degiacomi che realizzano rispettivamente un 10”84 e un 10”92 cogliendo la… finalina dove si migliorano ulteriormente. Stefano Degiacomi otterrà 10”62 e finirà di un soffio davanti al giovane rivale (10”64). Bravi tutti e due, uno con la conferma dei tre passi fra le barriere, l’altro con una notevole adattabilità ad alternare l’arto d’attacco.
Dopo gli ostacoli le gare di velocità vedono all’opera le nostre valide rappresentanti: qui alcune pagano lo scotto dell’esordio, ma si battono ugualmente bene. E’ il caso delle giovanissime Valentina Crotti, Arianna Zanola e Arianna Pedrali: la prima, con pantaloni lunghi, sigla un bel 9”76 le altre 9”92 e 10”66, niente male per un esordio.
Le più "grandi" fanno valere l’esperienza con Ivana Giacomelli capace di un 9
08 che la proietta in finale con la talentuosa Licia (9”02) che è già in grado di stare alla pari con le più brave del settore. Sfugge d’un soffio la “finalina” delle migliori a Noemi Ronchi e Giulia Franzoni (accreditate dello stesso bel 9”32) mentre punti preziosi in classifica ottiene anche Martina Dossi, capace di 9”50.
Nella finale le nostre due atlete miglioreranno ulteriormente il loro crono: Ivana si porterà a 9”02 (quarta) e Licia (8”96) salirà sul terzo gradino del podio!
In campo maschile… partono bene sia Gabriele Azzani (classe 2001) che Matteo Faini accomunati dallo stesso tempo (9”04) che consente loro di entrare fra i migliori otto. L’autentica sorpresa è rappresentata da Mirko Brandolini che stupisce tutti (meno il sottoscritto!) provando per la prima volta i blocchi e poi rimanendo vicino all’unico suo avversario, il velocissimo (e vincente) David Zobbio (8”12) che poi siglerà anche un magnifico 5,26 nel lungo. Mirko viene cronometrato in 8”90 e poi troverà modo di migliorarsi ulteriormente nella "finalina"… giallorosa sociale siglando 8”80, precedendo proprio Matteo Faini (sceso a 8”92) e Gabriele Azzani (9”12). Con queste premesse c’è da fare un pensierino delizioso alle staffette veloci, maschile e femminile, che l’Audaces Nave potrà schierare in primavera! Dopo le gare di corsa e le relative premiazioni ha preso il via la prova del salto in lungo femminile nella quale le nostre atlete hanno alternato rincorse poco precise ad altre efficaci: Ivana Giacomelli ha azzeccato tutto nel suo ultimo tentativo ed è risultata vincente con la misura di 4 metri esatti! Gioia grande in tutto lo staff audacino, che ha apprezzato anche i tentativi di Noemi Ronchi (3,70), Martina Dossi (3,57), Giulia Franzoni (3,45), Arianna Pedrali (3,31), Valentina Crotti (2,94) e Arianna Zanola (2,73) che hanno globalmente portato una… valanga di punti a beneficio della classifica di squadra. Non da meno sono stati i nostri quattro moschettieri con Matteo Faini atterrato a 4,39 (quarto assoluto) Stefano Cordella (4,09 primato personale) Stefano De Giacomi (3,97) e Gabriele Azzani (3,94) vicini al muretto dei quattro metri, con Gabriele che improvvisava ardite e fantastiche chiusure (forse erano gli stimoli della…fame)
Riassumendo all’Audaces Nave venivano assegnati due titoli provinciali grazie ad Ivana Giacomelli, che ha primeggiato nel salto in lungo, e a Licia Degiacomi, risultata nettamente la migliore fra le ostacoliste.
Licia non si è accontentata dell’ottima "performance" ed è salita ancora sul terzo gradino del podio riservato alle velociste, avendo accanto (quarta classificata) la stessa conterranea Ivana!
La gioia di una giornata felice, completata dal successo di squadra sia maschile che femminile, traspariva anche sul viso di genitori (assai pazienti pur nella ristretta cornice della sede di gara) dirigenti e tecnici (Renato, Carlo, Fabio, Paolo e… Andrea) e soprattutto del presidente Alessandro Greotti, tanto da non fargli sentire nemmeno i morsi… della fame.
Per l’Audaces Nave è stato certamente un bel modo di iniziare la nuova stagione agonistica.
Il merito va certamente ai nostri ragazzi che si stanno impegnando per crescere sotto ogni profilo, atletico, ma anche caratteriale e sociale, con un già pregevole affiatamento fra di loro e con la consapevolezza di essere… bravi.
E’ una bella soddisfazione anche per i tecnici che li allenano e i dirigenti che li seguono con grande simpatia e affetto. Ci dispiace l’assenza di nostri tesserati (ad esempio Alessia e Silvia) alle prese con piccoli malanni che speriamo siano presto risolti, o altri atleti che certamente ribadiranno l’attuale grande compattezza del gruppo. Nelle immagini che corredano i risultati di questa festosa domenica ci piace la gioia esternata sul podio dalle nostre due… campionesse provinciali (Licia e Ivana) e da altri nostri giovani che, accanto alle qualità avute in dono da nonni e genitori, segnalano impegno e voglia di fare i sacrifici necessari a valorizzarle ancor di più.
Per noi che vi seguiamo, così come crediamo per i genitori che vi accompagnano nel crescere quotidiano, sappiate che la vostra gioia e serenità è la nostra più grande ricompensa.

 
             

Paolo

 
  I risultati
Le immagini