Castenedolo, 2 marzo 2013
A Castenedolo, indoor con esordienti... pimpanti


Il primo fine settimana di marzo si segnala per due appuntamenti agonistici interessanti: l'unica gara indoor (al coperto) prevista a Castenedolo per la categoria "esordienti" e la campestre di Chiari, nello scenario di villa Mazzotti.

Ci presentiamo a Castenedolo con una formazione abbastanza numerosa e, soprattutto, al femminile, poiché Alessandro e Federico... sono circondati da Flavia, Susan, Giulia, Francesca, Alessia B., Alessia M., Sara, Valeria, Rebecca, Aida e Letizia.
Si respira una gioia mista e preoccupazione, quasi un clima da... primo giorno di scuola e fioccano le domande più impensabili circa le modalità delle prove da sostenere. Il nostro è un bel gruppo, affiatato, nel quale già si intravedono le variegate personalità e stare in mezzo a questi giovanissimi ti fa gustare in pieno l'innocenza, la spontaneità, la bellezza di questa impagabile età...

Finalmente, dopo il riscaldamento all'aperto, iniziano le batterie della velocità e cominciano le trepidazioni, con il colpo di pistola che squassa l'ambiente e intimorisce i partenti; la prima a scendere (o... a salire) in campo è Flavia, sicura e volitiva come sempre, che piazza un probante 8"14 migliorandosi decisamente e guadagnandosi un posto nella "finalina" che raggruppa le atlete collocate fra il quinto e l'ottavo posto.
Dopo di lei è il turno di Sara che inciampa a metà gara e rovina a terra; un vero peccato, ma lo spavento passa rapidamente e l'infortunio le procura fortunatamente solo una escoriazione che non le impedirà di partecipare al salto in lungo.
Scorrono via velocemente le varie batterie dove hanno modo di segnalarsi (e migliorarsi rispetto ai tempi da me previsti) Susan (8"48), Aida (8"65), Francesca (8"86), Letizia (8"91), Giulia (8"95), Alessia M. (9"00), Valeria (9"09), Alessia B. (9"12).

Per quanto riguarda i maschi Federico sigla un accettabile 8"89 e Alessandro si migliora ulteriormente con 8"53, buona premessa per il salto in lungo. Questa disciplina dell'atletica è una specialità che sinora non abbiamo avuto modo di provare a dovere, ma che presto entrerà nel "menù" degli allenamenti settimanali quando ci trasferiremo in pista.
Bravi quindi tutti i nostri atleti ad affrontare salti nei quali emergono le potenzialità di chi è veloce e sa sfruttare appieno questa caratteristica: ecco spiegato il brillante comportamento di Alessandro che in scioltezza piazza un bellissimo 3,80 (o 3,81?) iniziale confermato da altri due salti davvero interessanti. Bravo anche Federico, che sfrutta invece la sua potenza: peccato per il "nullo" d'esordio davvero lungo, riscattato da un buon 3,50 nel secondo tentativo.

Fra le ragazze Flavia si migliora nuovamente portandosi a 3,30, ma davvero brave sono anche Rebecca (3,21), Susan (2,94), Alessia M. (2,93), Giulia (2,89), Alessia B. (2,77), Letizia Rosa (2,73), Sara (2,56), Valeria (2,50), Francesca (2,35) e Aida (2,34).

Al termine della manifestazione due belle e meritate medaglie finiscono al collo di Flavia e Alessandro, ma per me, così come per Carlo e Alessandro, sono importanti altre... medaglie che non si vedono, ma brillano e luccicano. Quali? Il vostro impegno, la vostra gioia, i vostri... bronci, l'affetto con il quale avete accolto l'esordio di Aida e delle altre amiche, il rientro di Carlo, la preoccupazione per l'infortunio di Sara, l'incitamento ai vostri compagni nel corso delle gare, le risate di Valeria, l'ennesimo... buco nella maglia (ma come fa?) di Letizia, l'aiuto e la vicinanza dei vostri genitori, le mille domande improbabili (persino le curiosità sulla mia nascita... altro che privacy!), insomma i tanti piccoli-grandi momenti condivisi.

Credetemi (e lo scoprirete quando sarete più grandi) sono... medaglie importanti, quelle che rimangono dentro per sempre..

 
             

Paolo

 
  I risultati