Salò, 1 maggio 2014
Un 1° maggio davvero festoso per l'Audaces Nave!

E adesso chi può negare che siamo una autentica… forza? A Salò, in occasione del 42° Trofeo del Garda ci siamo presentati “quasi” al completo, in tutta la nostra “potenza” (e lasciatemi dire anche… bellezza) mostrando il valore dei nostri validi atleti, applauditi a più riprese. Sono molti quelli che hanno vinto o sono saliti sul podio, sia individualmente sia grazie a prestazioni di squadra, ma ci preme osservare che “tutti” hanno concorso a raggiungere un traguardo a lungo desiderato: salire sul podio fra le migliori formazioni giovanili della Provincia segnalando un gruppo coeso, affiatato, gioioso e solidale nel quale lo stimolo a migliorarsi contagia tutti.

Il terzo posto conseguito dall’Audaces Nave, dietro ai “padroni di casa” della Robur Barbarano e alla compatta formazione di Castegnato, ci riempie di gioia e ci convince di aver lavorato bene con ragazzi che sanno dare il meglio delle loro capacità onorando la maglia che indossano.

A Salò abbiamo ottenuto vittorie e piazzamenti di valore: Licia Degiacomi ci ha portato tre volte sul gradino più alto del podio vincendo sia nel lungo (4,59 e un nullo da… favola) che nella velocità (incredibile 8”30 con l’aiuto di… Eolo re dei venti) ritoccando sostanziosamente il primato sociale. La terza volta si è accompagnata alle amiche Valentina, Arianna e Maria prevalendo nella staffetta veloce (56”04).
Sempre nella velocità abbiamo espresso ben 4 finaliste nei 60 (ventosi) con Licia (8”30), Maria (8”70), Elena (8”76, tempi di finale), Arianna (8”88) e Valentina (9”08), Flavia (9”68), Rebecca (9”40), Sofia (10”48) e Anna (10”86) capaci di dare sensibili ritocchi ai loro personali.
Ancora Arianna, Rebecca e Beatrice si comportavano bene anche sui 1000 (il vento stavolta le… rallentava) mentre Maria, spronata da Licia, si migliorava nettamente nel salto in lungo (4,29 e un nullo… assai più consistente!).

Nel vortex le due “titolari”, Alessia(tosta) e Francesca (emozionatissima), lanciavano rispettivamente l’attrezzo fischiante a m.26,62 e 23,15.
Una sola gara effettuavano Flavia (perché il rifiuto ai mille?), Sofia, Anna, ma avranno modo di rifarsi il 10 maggio quando gareggeranno, con Lucilla (grazie della cartolina), sull’impianto di Nave intitolato al nostro amatissimo Presidente Angelo Greotti.

Nei maschi ottimo Stefano Cordella conquistava due “argenti”: nel lungo 4,80 (primato personale) e nel vortex (52,73,idem) dove anche Yaro, sfiorando i 30 metri, ha portato il suo bel contributo. Bravissimo anche Gabriele che ha evitato i pericoli delle… balconate e si è distinto sia nella velocità (8”58, personale), meritandosi la finale, sia nel lungo dove ha un po’ pasticciato nella rincorsa ottenendo comunque un buon 4,16.
Spettacolare la sua frazione di staffetta con una curva da… motociclista in fase di sorpasso!
Il quartetto Simone, Mattia, Gabriele e Stefano(58”62) è salito sul terzo gradino del podio per la gioia sfrenata di Simone, imbrogliato sino all’ultimo sulla posizione della squadra in classifica (e lo scherzo, confesso, l’ho architettato io con l’immediato… conforto di tutti!)
Segnalazione doverosa per il brillante comportamento di Mattia sui 1000 (3’33”52, demolito il vecchio personale!) scaricando una rabbia che conosciamo solo io e lui, mentre Simone realizzava il suo primo -4’ sulla distanza.
 
Fra le cadette brillava Veronica guadagnando il podio sia nell’alto dove era bravissima a superare quota 1.48 sia nel peso, dove invece, senza adeguato riscaldamento, si limitava ad un modesto 8,85.
Fra le altre cadette menzioni particolari per i costanti miglioramenti di Ivana (10”96), Benedetta (10”96) e Noemi (11”36) nella velocità, per gli apprezzabili sforzi di Silvia (11”80), Giulia (11”94) Martina(12”02) e Laura (12”34) nella stessa gara. Da Laura sui 1000 è arrivato il nuovo primato societario con 3’27”32 che tuttavia non le ha regalato la gioia che si aspettava; non sarà per caso l’effetto Marcella? Martina si “accontentava” di 3’45”60, ma deve osare di più!
Brava anche l’altra Martina, Dossi, nell’alto (superata quota 1,37) e disponibile nel peso (6,85) dovendo sostituire una delle poche assenti (Marcella). La staffetta 4x100 riscattava l’amarezza di Rodengo ed il quartetto composto da Ivana, Noemi, Benedetta e Veronica (anche per lei tre podi!) otteneva un probante 54”06 nuovo record societario migliorabile con cambi perfetti.

I tre cadetti presenti davano vita a gare pregevoli: Paolo otteneva l’argento nel peso (9,94 avendo davanti nientemeno che… Cristo!), Samuele, grazie ai… costanti allenamenti(!) superava, seppur di poco, la barriera dei 5 metri. Stefano, tornato serenamente alle gare, otteneva 4,37 nel lungo e un buon 11”82 nella velocità dove gli scatenati duelli fra Samuele e Paolo facevano registrare mirabili progressi: 10”02 e 10”04 rispettivamente !!.
Fra gli esordienti maschi avevamo solo "l’ometto" Marco Prandini bravo sia nel salto in lungo (3,40) ma soprattutto nel vortex (26,14, quasi come Alessia).
Fra le esordienti buone cose dalla pimpante Sabrina (lungo, 600 e staffetta), da Aida (velocità, 600 e staffetta) dalla volitiva Sara (velocità, vortex e staffetta) da Chiara (velocità e staffetta, dove era preoccupata di… perdere le scarpe) mentre Susan e Naomi sono giustamente rimaste a casa a godersi la nuova sorellina Rebecca e il rientro della mamma dopo il parto.
Auguri di cuore alla cresciuta famiglia da tutta l’Audaces Nave!

Quella vissuta a Salò è stata una manifestazione memorabile nella quale l’Audaces Nave ha meritatamente raggiunto il podio ed ha procurato al Presidente Alessandro ed ai tecnici e animatori Carlo, Fabio, Andrea, Renato e, crediamo, ai tanti genitori presenti, una gioia davvero… grande!
Per me, che proprio oggi festeggio i 40 anni di matrimonio con la meravigliosa e… paziente Silvana è stato un autentico regalo da condividere con le altre “donne” della mia vita, Antonella e Sofia. Grazie a tutti e speriamo che la festa dei lavoratori porti… un po’ di lavoro a chi l’ha perso o non lo trova affatto. A presto!

 
             

Paolo

 
  Le immagini