Nave, 19 aprile 2013
Fase distrettuale atletica 2013 a Nave 

Pista e pedane navensi hanno ospitato la fase distrettuale valtrumplina di atletica leggera: si tratta di un ritorno a Nave dopo alcune stagioni, complice la situazione di inquinamento (ma c'è da oltre 10 anni!) segnalata sulla pista Calvesi di Brescia e tornata d'attualità in queste settimane dopo un servizio televisivo dedicato ai veleni usciti dalla Caffaro!

Ad organizzare la manifestazione, richiesta dal Provveditorato, si sono uniti gli sforzi di Istituto Comprensivo di Nave, Comune e, soprattutto, Audaces Nave, la benemerita società di atletica leggera che promuove la "regina dello sport", gratuitamente, dal 1946, e annovera molti di questi giovani, soprattutto ragazze, nelle sue fila.

In effetti l'impianto navense, se adeguatamente completato con attrezzature che ormai rivelano l'usura del tempo (pedana di salto in alto), ostacoli inadeguati alla normativa e la mancanza di un magazzino per depositare i materiali utili, potrebbe tornare ad ospitare con regolarità manifestazioni che riguardano lo sport scolastico, come è avvenuto in questa circostanza che si è aggiunta ai tanti impegni già previsti (allenamenti, prove riservate ai ragazzi della scuola elementare, iniziative come la Mini Olimpiade, ...). In ogni caso, complice benevolo il tempo primaverile, tutto è andato bene e racimolando l'aiuto di tutti (Provveditorato e Fidal, Navecortine calcio compresa) si è consentito l'allestimento di una manifestazione pregevole che ha visto impegnati i nostri giovani e i loro coetanei provenienti dalla Valtrompia, ma anche da Manerba del Garda (ha fatto la parte del leone), Gussago e Castelmella.

In questa relazione parliamo soprattutto dei "nostri" giovani che si sono ben comportati iniziando dalla vittoria conquistata dalla saltatrice Giulia Torres nell'alto (1,46) dove si è espressa bene anche M. Francesca Senestrari (1,33). Brave nel salto in lungo Ivana Giacomelli e Martina Dossi (rispettivamente con 4 metri e 3,97), coraggiose negli ostacoli sia Silvia Caravaggi (15"88) che Miriam Ferrara (17"90). La gara ha visto la vittoria di una ragazza, Veronica Rossetti, di Concesio ma tesserata per l'Audaces Nave con un probante 13"60, nonostante la malinconia nel cuore per la luttuosa perdita dell'amato nonno.

Nella velocità, sui metri 80, erano impegnate Noemi Ronchi (11"68) e Sabrina Ceresoli (12"88), mentre nella staffetta 4x100 si è segnalato positivamente il quartetto composto da Giacomelli, Ronchi, Tameni e Torres conquistando il secondo posto (56"84). Nei lanci buoni i risultati di Marcella Tameni (7,37) e Lorena Mazzolari (6,93) mentre nel vortex si sono impegnate ragazze, Alessia Pennacchio e Silvia Porta, da poco alle prese con questo attrezzo conseguendo dignitosi risultati (39,63 e 25,04 rispettivamente). Nel mezzofondo infine si sono battute al meglio Maria Taglietti e Barbara Goncalves siglando tempi di poco superiori ai 4 minuti sui 1.000 metri previsti. Al termine delle gare la squadra femminile risultava terza e ammessa alla finale provinciale dove è presumibile che le ragazze ottengano altri miglioramenti personali.

Fra i maschi, che solitamente praticano altre discipline come basket, calcio o tennis, si sono distinti Matteo Bosio, terzo sugli 80 metri (10"32) e Mirko Murdocca (10"72), Nicola Montalbano (terzo nel peso con 10,68) e Paolo Bassolini (9,30) "audacino" come Samuele Pedrotti e Matteo Spagnoli che si sono ben difesi sugli 80 ostacoli ottenendo 14"38 e 14"62. Bravo Marcello Vinciguerra nel vortex (51,72) con il collega Michael Bragaglio autore di 36,50; discreto Gabriel Bresciani nel lungo (4,27) con Luca Rivetta (3,95) alle prese con rincorse instabili.
Nell'alto Francesco Lonati (1,40) e Dimitri Neri (1,30) non hanno emulato la Torres, mentre i calciatori Jacopo Oliovecchio (3'24") e Simone Tameni (3'28"53) si sono ben espressi sui 1.000 metri dopo un riscaldamento effettuato con i... palloni trovati sul campo!
Cambi non fluenti, ma crono soddisfacente quello ottenuto dal quartetto della staffetta 4x100 che ha concluso in 54"90 al quarto posto. La classifica conclusiva ha visto i ragazzi navensi collocati al quinto posto, risultato non sufficiente ad accedere alla fase provinciale. Un plauso ai ragazzi invitati dai docenti a collaborare all'organizzazione delle gare: compito assolto davvero bene!

Resta da segnalare invece, con un certo rammarico, che i nostri giovani navensi, avendo una struttura comunale che altri paesi ci invidiano, potrebbero frequentare maggiormente pista e pedane in vista di questi appuntamenti scolastici, senza nulla togliere alla loro attività sportiva preferita. Un invito, questo, che facciamo da diverso tempo, ma che non è accolto né... sentito a dovere da chi, poi, si rammarica per non aver dimostrato appieno le sue potenzialità.
Auguri a tutti per lo sport, comunque scelto... perché aiuta a crescere e rapportarsi con gli altri. 

 
             

Paolo