Rodengo Saiano, 11 maggio 2013
Prove multiple... di stanchezza

Ancora pioggia sulle gare giovanili di atletica! Rodengo Saiano non ha fatto eccezione ed anche in occasione delle gare riservate alle prove multiple di esordienti e ragazzi... Giove Pluvio non ha fatto sconti! Pedane viscide e pericolose, pista sdrucciolevole (chiedere a Veronica), non hanno consentito prestazioni eccellenti, ma tuttavia il risultato tecnico complessivo di questa manifestazione non è stato avaro di soddisfazioni per i nostri colori. Unico... incidente la caduta di Veronica sulle barriere: si è temuto il peggio (e già abbiamo altri atleti fermi come Gabriele e Mattia che fortunatamente si stanno riprendendo) ma la ragazza, seppur con evidenti botte ed abrasioni, si è poi ripresa tanto da gareggiare nel giavellotto. Era la prima gara in programma... un programma lungo come la fame tanto che erano previste sette batterie dei 600 ragazze alle 20,40! Se vogliamo stufare atleti, dirigenti, giudici, tecnici e soprattutto genitori con manifestazioni lunghe oltre sei ore... questo è il modo giusto!
Non lamentiamoci poi che i giovani si allontanino dalla "regina degli sport"...

Le condizioni dell'impianto non hanno consentito la disputa di salti in alto (esordienti) e in lungo (ragazzi) e pertanto il triathlon si è trasformato in... biathlon e il tetrathlon... in triathlon con guadagni in... salute e tempo.

Partiamo subito dai "record" societari che hanno caratterizzato la manifestazione: Laura Ghidoni si è nuovamente ritoccata il primato sui 1000 portandolo a 3'36"72 sbriciolando il precedente di quasi 8 secondi! Niente male davvero: speriamo che il periodo fruttuoso continui grazie alla tenacia della nostra validissima mezzofondista. Brillante è stato Samuele Pedrotti nel triplo (seppur saltando con scarpe chiodate... non sue) dove è atterrato a m. 10,22 cogliendo la terza piazza e salendo, giustamente felice sul podio, come si evince dalla puntale ripresa fotografica dell'evento. La specialità è decisamente consona alle sue attitudini e vedremo presto altri miglioramenti.

Bravo anche Paolo Bassolini nella velocità con un significativo 10"68 sugli 80 metri, corsi con grinta e determinazione. Nella stessa prova Pietro Almici e Aviska Bentara non sono stati brillanti, forse un po' infreddoliti dalla pioggia. Anche nel giavellotto i tre "audacini" presenti hanno reso meno delle attese, ma ci vuole tempo, tecnica e pazienza e poi si potranno avanzare sfide di... pizze circa le misure preventivate (vero Avishka?)
Brave invece Laura e Veronica all'esordio nella specialità, anche se in prova lanciavano decisamente meglio e non erano così impaurite! Laura Romagnoli è comunque vicina al primato dell'Audaces Nave nella categoria e crediamo possa batterlo nel corso della stagione.

Fra le "ragazze" devo dire di aver avuto un fremito d'orgoglio nel vederle agguerrite durante la prova dei 600 dove tutte, informate dei tempi di passaggio, hanno concluso con esiti cronometrici positivi a cominciare dalle tre (Licia, Arianna e Valentina) nate nel 2001 scese sotto il precedente record sociale di categoria che ora appartiene a Licia (2'00") ma che anche Arianna (2'02"20) e Valentina (2'03"88) hanno superato. Forse avevo ragione di... sperare in qualcosa di buono dalla staffetta 3x800, ma non mi hanno creduto sino in fondo.
Molto brave anche Giulia, Ivana, Martina, Noemi a concludere il loro triathlon con la prova di mezzofondo che è invece mancata a Sofia e Martina Dossi per piccoli problemi fisici.
Al termine delle fatiche del triathlon Licia otteneva 1629 punti (settima) Noemi 1379, Giulia 1376, Arianna 1363, Ivana 1322, Valentina 1319 e Martina Spagnoli, migliorata in velocità, 1271. Buoni punteggi nonostante le tante... paure.

Fra i maschi decisamente splendido il comportamento di Stefano Cordella che se da un lato ha perso un po' di brillantezza nella velocità (9"52), dall'altro ha acquisito resistenza e potenza tanto da siglare 1'55"12 nei 600 e 10,46 nel peso per un totale di 1213 punti che lo segnalano come 12° assoluto, ma il migliore nato nel 2001. Bravi anche Roberto Pasotti e Stefano Degiacomi, sempre alle prese con qualche piccolo acciacco, che senz'altro miglioreranno presto i risultati ottenuti oggi.

Fra le esordienti (unica presenza maschile quella di Federico che si è battuto lodevolmente nella velocità e un po' meno nel vortex) hanno brillato in classifica finale Susan (779 punti e quarta sul podio...senza sorridere) Alessia (659) e Letizia (601) brave in entrambe le prove. Penalizzata dal vortex (attrezzo che non sopporta) Flavia che ha ottenuto punti quasi esclusivamente nella velocità, mentre buono il comportamento di tante altre atlete in casacca giallo-rossa (Lucilla, Chiara, Valeria, Aida e Giulia). Incomprensibile l'assenza di altri che avevano pur espresso la voglia di partecipare.

La prossima manifestazione ci vedrà impegnati, come organizzatori, a Nave: è in programma infatti il Memorial Angelo Greotti che vuol ricordare il nostro Presidente (papà dell'attuale Alessandro) che ha guidato i nostri passi per tantissimi anni. Ovviamente tutti i nostri "ragazzi e ragazze", categoria che li vedrà impegnati, sono invitati a partecipare esprimendo il meglio sia sul piano personale che come contributo di squadra. Quelli più grandi (cadetti-cadette) ci daranno una mano sul piano organizzativo così come alcuni genitori che già si sono offerti, mentre quelli più piccoli vorranno certamente essere presenti per fare il tifo ai loro amici impegnati ad onorare nel migliore dei modi il ricordo di una Persona semplice e generosa che ha dedicato tanti anni alla promozione dell'Atletica leggera come indimenticabile Presidente della nostra cara AUDACES NAVE.

Domenica 19 maggio ci sarà poi il secondo appuntamento per gli esordienti B-C a Lumezzane mentre lunedì 20 maggio si dovrebbe finalmente disputare la Mini-Olimpiade rinviata per la pioggia... già, tanti impegni ravvicinati, ma la pioggia finalmente ci risparmierà?

 
             

Paolo

 
  I risultati
Le immagini