Nave, 4 giugno 2018
Veronica si regala un podio tricolore per il compleanno. Elena reginetta degli ostacoli. Tris di medaglie per Giorgia.

Il primo week end di giugno (…ancora una settimana e finiranno le scuole!) è all’insegna di manifestazioni davvero importanti. A Chiari si dimostra la notevole capacità bresciana di arginare un flusso mirabolante di partecipanti al tradizionale meeting di carattere nazionale: 1200 atleti impegnati nella… maratona di prove che si susseguono dal mattino sino alla sera.
Da un lato si tratta di un evento che denota la splendida attitudine al lavoro della gente bresciana che non si risparmia quando si tratta di ”tirarsi su le maniche", dall’altro, almeno per i miei gusti, si tratta di un “carnaio” che avrebbe bisogno di altre regole per poter assistere a gare di qualità svolte in un lasso temporale accettabile. Sarà un mio limite, ma del resto, come affermavano i latini, “nomen omen”, ed il fatto che mi chiami “paulus” (piccolo) indica forse meglio di ogni altra spiegazione la mia idiosincrasia per i luoghi affollati e le lungaggini che mi fanno venire… l’orticaria.
Se poi penso al fatto che di questi giovani, fra un paio di stagioni al massimo, ne resteranno si e no un decimo potete immaginare come giudichi queste… “adunate oceaniche!”

Detto (e ribadito) questo, noto che i “nostri” virgulti presenti a Chiari non si sono certamente persi nella massa ed hanno dato vita a buone gare sotto lo sguardo amico di Michele, presenza certamente confortante in questi frangenti.
Alessia ha migliorato (vincendo) il suo limite stagionale sui 300, un 40”06 che vale 1059 punti! Straordinaria.
Ludovica si è ripetuta quasi al centesimo sui 1000 (3’19”77) e questo significa che la ragazza sa reagire in situazioni agonistiche importanti.
Marta si è ben comportata sulle barriere ed ha… litigato ancora una volta con l’asticella nell’alto, cosa che invece non è capitata a Marco bravo a superare 1.50.
Simona non è riuscita ad esprimersi al meglio nelle due specialità affrontate, ma verranno giorni migliori anche per una stakanovista come lei quando finirà la scuola, così come avverrà per Sara che attraversa un delicato periodo di sviluppo fisico e dovrà adattarsi con pazienza alle nuove situazioni che ne faranno una atleta di rango.
L’appuntamento agonistico di Chiari ha messo in risalto l’eccellente stato di forma di Elena, vicina ad una convocazione europea che potrebbe essere la ciliegina sulla torta di una stagione magica, ricca di lavoro, ma anche di soddisfazioni.
Per Stefano la stagione… tribolata volge al termine e già si intravedono progressi verso un rientro agonistico finalmente consono alla volontà e alle capacità del nostro giovane talento.
Miglioramenti significativi per altri “clienti” di Andrea con i progressi di Martina sugli ostacoli (12”44) e Roberta nell’asta ed ingresso nella finale Juniores ad Agropoli dove Veronica è stata bravissima sia nel peso (medaglia di… legno pregiato) che nella fase preliminare del disco, gare disputate quasi in contemporanea. In finale ha conquistato una splendida medaglia di bronzo festeggiando, in anticipo, con un podio tricolore il 19° compleanno che cade oggi. Auguri vivissimi!

A Roè Volciano, infine, belle le prove dei più giovani con le esordienti Cristina e Aurora in grande spolvero sia nella velocità che nel salto in lungo dove sono state fra le migliori e il nutrito gruppo di ragazze/i che si è divertito parecchio affrontando gare abituali e non.
E’ il caso di Giorgia esordiente con successo nel peso e capace di conquistarsi tre medaglie di diverso colore nella stessa giornata! Giorgia e Roberta si sono confrontate nella velocità dove Giorgia ha prevalso con il suo nuovo record (8”64) mentre Roberta ha pasticciato nella partenza dai blocchi nonostante gli ultimi allenamenti avessero mostrato il contrario.
Sul podio sono salite anche Elisa e Greta nel salto in alto con l’identica misura (1.28), saltata anche da Lorenzo che poi si è comportato bene sui 600; lui e Jacopo, hanno fatto registrare buoni miglioramenti con Jacopo capace di correre in 1’49”71 e Lorenzo sulla soglia dei 2 minuti. Jacopo si è migliorato anche nel peso (9,04) così come ha fatto Marta (8,52) che poi ha saltato anche 1,19 nell’ alto come Andrea.
Nel peso hanno fatto registrare positivi risultati Luca (8,33) e Andrea (6,59) mentre Thomas saltava 1,10 e correva i 60 in 10”16. Le staffette vedevano i nostri quartetti sul podio: seconde le ragazze (Greta, Elisa, Roberta, Giorgia) col primato sociale stagionale (58”22) nonostante un intralcio al momento del primo cambio causato da una concorrente che non rispettava la nostra corsia. Terzi i maschi che davano vita ad una bella prova nonostante l’assenza di Davide e la prova dei 600 conclusa pochi minuti prima da Jacopo e Lorenzo. Per il quartetto (che decido io) formato da Luca, Thomas, Lorenzo e Jacopo la soddisfazione di un crono accettabile e di un podio certamente meritato. E’ stata una bella mattinata di sport sullo splendido impianto di Roè che si affaccia sul lago di Garda e mi ricorda i tanti i momenti trascorsi con l’amico Pietro Polini… ricordi che sfumano con nostalgia sugli anni trascorsi insieme a promuovere l’atletica fra i giovani.

Un grazie doveroso all’autista di turno, maestra impeccabile di guida e compagnia. Pronti per le ultime gare stagionali prima delle meritate vacanze. Ciao

 
             

Paolo