Nave, 3 luglio 2017
Vacanza estiva... non per tutti

La solita, estiva, settimana di vacanza al mare non mi ha impedito di essere “vicino” agli atleti audacini ed ex che, nel frattempo, hanno gareggiato su piste bresciane e non. Faccio i complimenti pertanto a Veronica che è salita per due volte sul terzo gradino del podio ai “regionali” lombardi sia nel peso (con nuovo record personale) che nel disco (ancora un… miraggio i 40 metri). La stessa Veronica si è poi confermata positivamente agli “italiani” di Trieste con un 14° posto onorevole nel peso, scagliato ancora una volta oltre la fettuccia dei 12 metri. Di questi campionati tricolori mi rimarrà il ricordo dell’impresa di Stefano Migliorati, il mezzofondista della S.Rocchino che, quando non è in America, si allena sulla nostra pista di casa seguito dall’amico e collega Alfredo Febbrari.
Anche Falocchi è salito sul podio, terzo nel salto in alto, dopo un inverno che faceva sperare in misure più consistenti e brava è stata l’altra camuna Spagnoli a conquistare il bronzo sui 5000 metri.

Il Diamant Meeting disputato Nave è stato “salvato” in extremis dal maltempo ed i risultati delle nostre Simona e Marta, uniche cadette presenti essendo Alessia in ferie… meritate con la famiglia, risentono del periodo d’esami nel quale erano impegnate. Fra le allieve brava Silvia nel peso, mentre Martina mi aveva fatto pensare ad un risultato migliore, ma è scusata per la mole di lavoro che svolge nel Grest. Mancava Benedetta che non fa della costanza la sua arma migliore. Bravissimi Elena e Stefano anche se un “uccellino” mi riportava il malumore di Andrea sui cronometraggi…

Luglio riserva ancora gare importanti e già la convocazione di Alessia per l’impegno di Nembro è uno stimolo importante, mentre Elena e Stefano cercheranno altri spunti prima di un riposo sacrosanto. Gavardo segnala due appuntamenti ravvicinati martedi 4 e giovedi 6 luglio e vedremo cosa scaturirà su piste e pedane… del mio paese natìo.

Fra le notizie che mi hanno colpito in questi giorni giganteggia quella del piccolo Charlie Grant, bimbo di otto mesi colpito da una gravissima (e pare) incurabile malattia; ai genitori che cercano di tutto per prolungargli la vita i “giudici” inglesi hanno risposto che si devono staccare le macchine che lo tengono “vivo”.
Può darsi che abbiano ragione, può darsi che ci sia accanimento terapeutico, ma cosa altro dovrebbe fare un genitore che ama la sua creatura? Mi sono soffermato più volte a pensare a Charlie in questi giorni e a rivolgere costantemente a Dio una preghiera per lui per la sua famiglia e per quanti sono nelle stesse condizioni… è tutto quello che posso fare.
L’altro evento è più… terra terra, distante anni luce dal primo! Memorabile il concerto di Vasco, ma con tutto il rispetto per l’artista, c’era proprio bisogno di sospendere funerali ed esami di maturità a Modena? Capisco la paura di attentati, ma ai giovani si lancia il messaggio che viene prima Vasco del loro più importante esame scolastico! Mi ha infine commosso ed emozionato il filmato che il G.S. Rezzato ha pubblicato sul suo sito: si riferisce ad una parte di attività (cross e gare in pista) relativa agli anni 75/76 quando iniziavo l’attività con quel gruppo… Rivedo con gioia i miei allievi, che ora sono ultra cinquantenni, e me stesso… e il cuore si apre alla marea di ricordi che si affacciano alla mente come se li rivivessi ancora oggi. Spero accada anche ai tanti giovani che mi hanno seguito con passione tanto, tanto tempo fa. Perdonatemi tutti questi… sintomi di vecchiaia.

Ciao a tutti, io sono in campo la mattina presto (7,45) di lunedi, mercoledi e venerdi. Passate a salutare, se proprio non avete voglia di allenarvi.

 
             

Paolo