Pompiano, 19 novembre 2017
A Pompiano un cross nel sole... primaverile

A Pompiano, finalmente, splende il sole e la decima edizione del cross del Carrobbio si trasforma per incanto in una campestre quasi… primaverile, mettendo in risalto il grande lavoro svolto dagli amici della “bassa” bresciana, sempre premurosi nell’offrire ai partecipanti il meglio di quanto si possa fare per avvicinare alla specialità i nostri giovani virgulti. Per l’occasione anche la “collega” Cinzia si trasforma in speaker, tenendo “il pallino” con la solita verve.

I colori audacini sono difesi da un manipolo di 10 atleti, mentre l’undicesima è Martina che da un paio di stagioni indossa, con serietà, i colori della Brixia. Nessun esordiente B/C fra i partenti: andare a Pompiano per un cross di poco superiore ai 400 metri ha indotto il coach Fabio alla rinuncia. Si comportano bene i “più grandi” (!!) ovvero la categoria “A” che comprende gli undicenni (beati loro…). Elisa subisce un po’ le asperità del percorso e le sue spinte non sono efficaci come quelle che solitamente esercita su terreni duri o asfalto. Si merita comunque l’ingresso nella “top ten” e si porta a casa medaglia e…salamino. Buon appetito. Bravissima anche Rita che si guadagna i… punti necessari per ottenere finalmente lo zainetto giallorosso e si colloca degnamente al 25° posto. I “colleghi” Davide, Lorenzo e Andrea si battono al meglio delle loro capacità e se Davide coglierà una bellissima sesta posizione, più sfortunato sarà Lorenzo, undicesimo e fuori d’un soffio dai premiati. Bravo anche Andrea a meritarsi una 23^ posizione gareggiando con più vigoria del solito. Un bel terzetto, peccato mancassero gli altri… moschettieri.

Ludovica e Angelica sono le due sole rappresentanti nella categoria “ragazze”: Ludovica si batte bene con disinvoltura e coglie un valido 12° posto, a ridosso delle migliori, mentre Angelica, coraggiosa, deve abbandonare la prova per una indisposizione che la coglie al termine del primo giro. Capita, e va considerato positivo averci provato. Fra i maschi della stessa categoria il “duo di Piadena” (Marco e Jacopo) si confronta alla pari e stavolta ha la meglio Marco che giungerà 16° al traguardo precedendo di due posizioni l’amico-rivale più giovane. Per entrambi un buon piazzamento, ma Jacopo ci aveva abituato a finali più… pimpanti. Ci sarà tempo e modo per dimostrarlo.

Simona, unica cadetta, è invece caparbia e tenace e non molla le posizioni di testa che la vedono sin dall’inizio fra le prime dieci: nel finale è davvero tosta a mantenere questa posizione, ma il suggerimento che le do è quello di stringere i denti in finale e operare sorpassi in modo decisivo per il… morale delle avversarie.

Bravissima infine è Martina che, dopo aver colto la seconda piazza nella campestre scolastica si piazza oggi quarta, avendo ancora dinnanzi la Bonora, talento che si esprime a livelli davvero eccelsi sul giro di pista. Il fatto che tre atlete della Brixia concludano la gara alla quale hanno partecipato sole 6 giovani bresciane deve far riflettere quanti hanno a cuore l’atletica giovanile che, pur muovendo tantissimi piccoli atleti, poi si ritrova ad avere pochissimi elementi che proseguono l’attività. E la cosa si ripete da tempo immemorabile…

Per concludere non mi resta che fare i complimenti ai nostri audacini, ai loro genitori che li (e… mi) accompagnano, facendo il tifo per i colori giallorossi con le fotografie che restano a ricordare bellissimi momenti di sport. Un plauso agli organizzatori che sanno sempre soddisfare le esigenze di quanti aderiscono ad una manifestazione organizzata in modo impeccabile, davvero attenta alle esigenze di chi vi partecipa. Ricordo a Simona di effettuare la piccola ricerca sulla… battaglia di Maclodio. Ciao a tutti, ci si rivede agli allenamenti.

 
             

Paolo