Valle del Garza, 25 luglio 2017
Nella valle del Garza c’è voglia di Atletica!

Nell’arco di 15 giorni la valle del Garza ha ospitato tre manifestazioni legate alla “regina degli sport” vale a dire l’atletica leggera: il 29 giugno, su pista e pedane del centro comunale navense dedicato alla memoria di Angelo Greotti, indimenticato presidente dell’Audaces Nave, si è disputata la terza edizione del Diamant Meeting, manifestazione organizzata dalla locale società giallorossa e dalla Brixia Atletica 2014. Nell’impianto navense si sono visti all’opera giovani protagonisti che hanno dato vita ad una interessante pomeriggio di sfide dove Stefano ed Elena, pur penalizzata dal cronometro, hanno dimostrato il loro poliedrico talento.

E’ stata poi la volta di Bovezzo che ha ospitato la sua terza edizione de “El més de Boéss” ovvero il mezzo miglio di Bovezzo, la distanza che separa la provinciale dalla vecchia parrocchiale. La manifestazione ha rivelato una intensa e qualificata partecipazione tanto che è stato migliorato il record della gara assoluta con la prestazione del rezzatese Simone Soncina, capace di correre la distanza, in leggera ma costante salita, nell’ottimo tempo di 2’07”1 che toglieva il record del clarense Zubani pur miglioratosi in questa circostanza con 2’10”.
Fra gli atleti targati Audaces Nave belle le prestazioni di Ludovica Trabona (prima fra le “ragazze” e di Simona Marrale (seconda fra le cadette) con il terzo posto dell’ex audacina Laura Ghidoni (ora tesserata per Rodengo Saiano) e la buona prova del prof. Stefano Zaggia (2’11”8) muratellese doc che difende i colori della Free Zone.

A Caino infine il 16 luglio splendida edizione della “Gamba Buna” manifestazione di corsa organizzata in modo egregio dalla Polisportiva Caino; magnifico il percorso reso ancor più bello dalle modifiche suggerite dall’amico Carlo Zani in zona “Cuchetto”, ideale la temperatura, ottimo il supporto organizzativo con decine di collaboratori attenti e partecipi agli “ordini” di Duilio Garbelli, Michele Zucchini, Paolo Salvadori e decisamente valido l’apporti amministrazione comunale, sponsor, gruppi di volontariato locale fra i quali Alpini, Protezione Civile e Gruppo antincendio.
I protagonisti sono stati in campo femminile l’italo-rumena Anna Nanu che ha preceduto Angela Serena, Nives Carobbio e le…mammine volanti Monica Seraghiti e Mariagrazia Roberti. In campo maschile lotta “ruandese” con i primi due gradini del podio conquistati da Primien Manirafascha che “volando” in discesa ha preceduto il connazionale Jean Baptiste Samukeka, più a suo agio in salita. Fra i migliori terzo Andrea Bottarelli e, in campo strettamente bresciano, Davide Bottarelli, Cristian Badini, Simonpietro Olivieri, Stefano Bassetto, Marco Ferretti. Visto all’opera, su percorso ridotto, il “nostro” tenace e appassionato Marco Prandini e forse si potrebbe pensare ad una corsa riservata ai giovanissimi come anteprima alla vera Gamba Buna.

La valle del Garza quindi si conferma prodiga di sollecitazioni atletiche e non sarebbe male avere sponsor per riproporre la scalata della Maddalena tanto cara all’amico Gabossi o un eventuale “miglio della Val Bertone” dopo la bella sistemazione eseguita dai “gnari” che ora gestiscono una delle zone più belle del nostro territorio. Fantasie? No e già che ci siamo perché non valorizzare con un cross l’ampio parco di Villa Zanardelli? Le idee non mancano, ma sarà il caso che la famiglia audacina(presidente, dirigenti, tecnici, sostenitori, genitori) si ritrovi quanto prima per programmare una eventuale stagione 2017/18 che non presenti le criticità riscontrate quest’anno.

Se il “tris” delle manifestazioni atletiche svolte nell’ambito della valle del Garza può accontentare il palato di quanti amano l’atletica leggera ci permettiamo di consigliare l’aggiunta di un… quarto appuntamento estivo per fare POKER (o cinquina considerando la 3 Santi Trail!) Si tratta della valorizzazione della val Bertone ora che è stata sistemata e resa deliziosa mediante l’operato di un gruppo di giovani che l’hanno messa a nuovo e resa piacevole per camminate, scampagnate e, perché no, corse in natura. Che ne dite del Miglio della val Bertone? Lancio la proposta a tutti quanti vorranno mettersi insieme per valorizzare un territorio che, a pochi chilometri dalla città, rappresenta davvero un magnifico luogo in cui immedesimarsi con la natura e coglierne gli aspetti migliori. Dopo aver ringraziato gli organizzatori delle gare citate spero proprio che l’idea si avveri nella prossima estate. E’ impegnativa, ma basta mettersi insieme condividendo i benefici di sport e natura per essere d’accordo. Parliamone?

 
             

Paolo