Nave, 27 novembre 2017
Cross scolastici e... canguri

La settimana “libera” da impegni agonistici Fidal è stata comunque caratterizzata da manifestazioni di corsa campestre organizzate dalle scuole in vista della fase provinciale che si terrà il 14 dicembre.

Alcuni nostri tesserati hanno partecipato, ad esempio, alla fase di istituto organizzata dalla media “Virgilio” nel parco adiacente alla scuola.
Sono stato soddisfatto dell’impegno dimostrato da Marta e Roberta, quest’ultima reduce da una influenza, e dalla coraggiosa prova di Jacopo alle prese con un percorso assai più lungo di quanto solitamente compie.
Ho visto altri ragazzi navensi dare il meglio e segnalarsi positivamente, pur praticando altre discipline (ginnastica artistica , calcio) mentre mi è spiaciuto vedere Sara solo in versione… spettatrice.
Anche Simona era presente e non ha mancato di sostenere i nostri pupilli.

Questa mattina, lunedi, io e Carlo abbiamo presenziato al cross promosso dalla collega Magro nella piccola scuola media di Caionvico, un appuntamento che ci vede in veste di collaboratori da parecchie stagioni. Tanto entusiasmo e gioia di correre trasmessi dalla docente, mamma di Elena Carraro, uno dei talenti sbocciati nella famiglia audacina.
A questo punto mi chiederete cosa c’entrano i canguri.
Domanda legittima perché, inaspettatamente, ma con grande piacere, sabato scorso sono stato invitato alla festa della Motus Castegnato essendo stato scelto come “canguro dell’anno”, un riconoscimento che gli amici Foletti e Biondi hanno voluto dedicare alla mia lunga, seppur… borbottante, presenza sui campi di gara. E’ un gesto che ho apprezzato molto e che segnalo alla mia società, coinvolta nella festa.

Altre notizie positive vengono dal “rientro” di giovani finora… assenti per vari motivi: parlo di Aida Mbao, Emma Marcucci, Veronica Battaini e del simpaticissimo Davide Carra che si è già ben integrato nella “nostra” famigliola giallorossa .
Altri sono attesi per la conferma e alcuni (pochi) devono ancora sottoporsi alla visita medica.
Ritengo doveroso (e urgente) un incontro con atleti e genitori e sollecito il Presidente a metterlo in agenda anche per conoscere la risposta da dare alla Brixia. Mancano due appuntamenti (cross) alla fine della lunga annata 2017 e cerchiamo di farci trovare preparati e… pimpanti.
Non sarebbe male se i nostri atleti facessero un po’ di promozione fra i loro amici di scuola, quelli motivati e inclini all’atletica , soprattutto giovani che non hanno già impegni sportivi in altre discipline. Ricordo anche la bella iniziativa del G.S.Rezzato che domenica, in occasione della gara, raccoglie scarpe e indumenti sportivi usati dismessi dai giovani, un gesto di solidarietà significativo, una raccolta che aiuterà coetanei africani, privi di scarpe e maglie, che verranno distribuite nei loro villaggi.

A presto

 
             

Paolo