Pompiano, 20 novembre 2016
Il cross riprende fra la nebbia di Pompiano

Nebbia e umidità sui campi di Pompiano alla ripresa dell’attività di corsa campestre, condizioni decisamente più favorevoli rispetto ad altre, precedenti e tribolate, partecipazioni. Un successo per gli amici organizzatori che si spendono nel migliore dei modi per accogliere quanti scelgono di trascorrere una mattinata di festa gareggiando sui prati a contatto con la natura. Invisa a molti (genitori e giovani) la corsa campestre resta pur sempre una attività che invoglia ad affrontare piccoli sacrifici, abitua a soffrire freddo e fango, se non la pioggia e condizioni proibitive. Certamente si sta più comodi nel letto… e questo, ultimamente, vale anche per noi.

L’Audaces Nave si è proposto in questa circostanza con giovanissime presenze: dal folto gruppo di esordienti allenati da Fabio sono arrivati Elisa, Margherita, Giorgia, Matteo, Giuseppe, Luca, Andrea e Davide mentre nella categoria ragazzi/e si sono presentati Ludovica, Simona (seppur con altri colori) Elisa e Marco. Nessuna presenza fra i cadetti/e e questo non è un bel segnale per la nostra attività.
Stentiamo a far comprendere come la partecipazione a questa pratica sia utile per rinsaldare legami fra il gruppo, affrontare insieme piccole grandi difficoltà, creare i presupposti per trascorrere momenti diversi dal solito, con giovani e adulti fianco a fianco e non distanti, per ore, sulle tribune, come avviene in altre circostanze.
Un plauso quindi a quanti hanno partecipato mettendo in evidenza le loro attitudini, la loro gioia, la voglia di migliorare e speriamo che le prossime partecipazioni siano numericamente più confortanti.

Fra le notizie positive l’esordio di Ludovica, una ragazza che ha voglia di correre e ci richiama alla mente Laura Ghidoni, altra amante della corsa che, nella categoria allieve, ha trovato finalmente lo spazio per esprimere i miglioramenti della sua costante applicazione. Insieme a lei abbiamo apprezzato gli sforzi e i sacrifici di Martina, altra nostra giovane che, con molta dedizione e umiltà, raggiunge traguardi e soddisfazioni che la confortano per quanto dedica alla corsa. Quello che vogliamo dire è che il lavoro e la costanza alla fine vengono a galla e ognuno si scopre migliore di quanto magari aveva immaginato di poter esprimere.

A noi la giornata è piaciuta e speriamo ce ne siano tante altre; le immagini di Alessandro testimoniano e racchiudono la bellezza dello sforzo, la voglia di correre, gli spazi all’aperto, lo scambio di sensazioni che nascono attraverso il cross.
Per molti tutto questo è precluso, peccato!

 
             

Paolo

 
  Le immagini              
  I risultati