Cles, 7-8 ottobre 2016
Week end di prestigio a Cles

Week end di prestigio per due nostre “perle” (Elena e Stefano) impegnate a Cles (Trentino) nella fase nazionale di atletica leggera riservata alla loro categoria di cadette/i. Mi collego subito in streaming con la manifestazione e nella prima batteria degli ostacoli (prove multiple) c’è proprio Stefano. Momenti di palpitazione e chiamo a condividere la visione anche mia moglie! Prima della partenza il collegamento si interrompe e divento nervoso; mi ricollego e… la gara è già andata. Cosa avrà fatto? Fortunatamente c’è un replay e, con grande soddisfazione vedo Stefano prevalere! La soddisfazione raddoppia quando appare anche il suo tempo: 14”75 nuovo personal best! Chi ben comincia è a metà dell’opera… dice un proverbio e spero si avveri.
La gara di Elena la vede relegata nell’ultima batteria: nella prima mi godo la cavalcata vincente di Adu, potente come sempre, anche se rimedia con un mezzo miracolo ad una sbandata paurosa sul terz'ultimo ostacolo! Quando tocca ad Elena la vedo sorridente e fasciata con le solite calze lunghe azzurre; un bel modo di affrontare la gara che vince, prevalendo su avversarie che l’avevano “bruciata” in partenza; una addirittura cade in vista del traguardo, mentre Elena è soddisfatta del suo 12”22 che la manda direttamente nella finale! Bravi entrambi. Bella soddisfazione e cuore salvo dopo le palpitazioni! Bello anche l’abbraccio con Stefano al termine della gara di Elena! Inutile dire che Andrea si può beare di questi due suoi pupilli, mentre il rammarico è per Licia che avrebbe senz’altro meritato il… tris!

Inizia per Stefano il salto in alto: lo inquadrano una volta sola, di spalle e sino al termine della gara saprò la sua progressione solo dal… verbale dello speaker che via via annuncia l’andamento dei salti! A quota 1.80 restano in tre e finalmente spero lo inquadrino, macchè! “La quota è stata superata da Cordella e Sion, eliminato Arrius” (amico lombardo sin dalla categoria “ragazzi”) dice lo speaker. Spero nell’inquadratura di Stefano a quota 1.83, ma nemmeno questa volta si materializza e lo vedrò al termine della gara, accanto ad Andrea che lo rinfranca probabilmente con un complimento dal momento che la quota non è superata nemmeno dall’avversario favorito per il titolo e fresco di record.
Prima del giavellotto riesco ad apprezzare la batteria degli 80 metri dove il velocista rezzatese Cavalli si guadagna la finale; un bel risultato per la nostra atletica ribadito con Brescia sul gradino più alto del podio intorno alle 13,30 quando il talentuoso Jon Soltan nel salto in lungo “libera” tutta la sua gagliarda potenza e “spara” un 6,79 (seguito poi da un 6,74 altrettanto positivo) che lo issa sul più alto gradino del podio! Peccato che l’avversario più tosto si sia infortunato al primo e unico salto con 6,65! Una bella soddisfazione per gli amici di Concesio e per l’atleta che ben li rappresenta.

Nella finale femminile degli 80 ostacoli Elena è ancora sorridente e la cosa mi mette parzialmente tranquillo: chi sorride spreca meno energie muscolari di chi se ne sta cupo e contorto. Pimpante è anche Adu (auguri per i 15 anni che compie oggi!) che parte come una palla sparata dal cannone e si invola divorando la pista! Dopo una partenza ben fatta anche Elena pian piano guadagna ad ogni barriera centimetri su centimetri e agguanta il terzo posto con un “crono” che finalmente sigla il suo primato personale sotto la fatidica cifra dei 12”.
Il tempo, inseguito tutta la stagione, è infatti 11”95 e viene realizzato nella gara più importante dell’anno! Bravissima Elena, bravissimo Stefano e mi sento doveroso di esprimere tutta la mia (e nostra, poiché anche Alessandro guarda la diretta streaming) ad Andrea e agli atleti dell’Audaces Nave con una telefonata che trova felici i nostri ragazzi ed Elena che risponde… ancora con il fiatone!.
Davvero una grande soddisfazione!
Trascorro ancora ore a gustarmi la manifestazione trasmessa in diretta: mi scordo del tempo che passa (mia moglie è una santa...) e ammiro altri exploit di giovani bresciani a partire dalla vittoriosa cavalcata della camuna Ducoli sui 2000 dove anche Bellini coglie una piazza fra le prime otto d’Italia. Altre finali sono disputate dal rezzatese Cavalli e dalla giovane compagna di colori Forson che lancia a… notte inoltrata (entrambi sul podio fra i migliori otto), mentre si mettono in luce anche Kabo finalista sui 300, D’Elia nell’asta, Romano nell’alto…

La mattinata di oggi, domenica, è riservata ancora alla visione in diretta streaming delle gare di Cles sperando di vedere all’opera Stefano; in realtà nella quarta prova (lungo) non si vede mai e quando lo inquadrano non si coglie la misura! L’unica cosa bella è la notizia dello speaker che lo segnala fra i primi con 5,95 al salto d’esordio! Sarà anche la misura migliore di Stefano, preceduto solo da Sion e Arrius. Nel lancio del disco una totale assenza di informazioni e solo al termine della gara la notizia, positivissima, che ha ottenuto oltre 33 metri e si trova in seconda posizione nel computo globale. Credo che il giovanotto possa così estrarre dal cilindro una prova eclatante anche sui 1000 e infatti Stefano ci mette l’anima e coglie un superbo 3’08” che gli consente di mantenere l’argento dopo lo straordinario avversario Sion (del 2002!) e migliorare il suo primato nelle prove multiple portandolo a 4169! Bravissimo e complimenti al binomio atleta-allenatore che ha funzionato egregiamente anche il questo caso.

La giornata regala tante emozioni per i colori della Leonessa grazie alle vittorie della straordinaria Favalli (1000), all’argento dei pimpanti Squassina (1000) e Shahaj (alto a 1.86!) mentre pasticcia un po’ la staffetta della 4x100 dove sono inseriti i nostri Cavalli e Soltan, sul podio comunque.
Insomma il settore giovanile bresciano non sfigura certamente in questa manifestazione tricolore e contribuisce in modo energico alla classifica finale che vede trionfare la Lombardia. Penso che sarebbe bello se tutti questi virgulti confluissero in un unico team che porta i colori della Leonessa… un sogno?

 
             

Paolo

 
  I risultati