Chiari, 10-11 settembre 2016
Si ricomincia e… bravi quelli che si sono allenati!

La ripresa dell’attività agonistica, dopo la pausa vacanziera, riserva buoni riscontri agli atleti dell’Audaces Nave che hanno saputo sacrificarsi e allenarsi anche sotto il sole cocente; il campionato provinciale di prove multiple “cadetti/e” disputato a Chiari mette in evidenza l’ottima performance di Stefano Cordella e la forma già raggiunta da Elena Carraro: il primo disputa un esathlon davvero efficace, nonostante il caldo torrido, e in un solo, lungo, pomeriggio conquista primato personale e titolo provinciale andando oltre i 4000 punti! Elena, tentata quasi dal disputare solo la gara ad ostacoli, non solo conferma la sua disinvoltura fra le barriere, ma si esalta anche nella successiva prova del salto in alto valicando 1,48 arrendendosi solo a quota 1,51!
L’exploit la convince a concludere il pentathlon e per soli due miseri punti non sale sul terzo gradino del podio. Stefano vince quattro prove su sei segnalandosi nei salti e nei lanci e soffrendo nei 1000 conclusivi corsi tuttavia in 3’11”.
Bravissimi entrambi, preparati a puntino da Andrea, che, assentatosi elegantissimo da un matrimonio, ha vissuto da vicino le belle imprese dei pupilli.

Nella categoria “allievi/e” Veronica ha colto nel week end di Chiari tre titoli provinciali in altrettante gare di lancio (disco, peso e giavellotto) Non sono emersi primati personali, ma i risultati segnalano una continuità di rendimento tale da essere fiduciosi per l’avvenire, specialmente quando i meccanismi tecnici delle discipline, appresi con l’aiuto prezioso di Alessandro e Roberto, verranno interiorizzati.
Anche Paolo ha trovato le sue personali soddisfazioni e può vantare un titolo provinciale nel giavellotto e un secondo posto nel getto del peso alle spalle del promettente ed estroso Voicu. Certamente sorprende la scarsa partecipazione di giovani ad un campionato provinciale con molti vuoti in discipline tecniche.
Brava senz’altro Martina che ha corso i 400 sui ritmi del suo primato personale mancando di un soffio il terzo gradino del podio.

Concludiamo con il rientro alle gare del trio di ragazzi audacini (Alessia, Sara e Marco) che si sono impegnati nel biathlon comprendente velocità e vortex: bravi tutti e tre con una buona prova di velocità e con lanci pregevoli nonostante la scarsa dimestichezza con l’attrezzo.
Bravo Marco a cogliere il record personale (per la prima volta oltre 40 metri) ma valide sia Alessia che Sara in un gesto provato poche volte. Quello che dispiace è che l’organizzazione non abbia ritenuto premiare ragazzi e ragazze lieti di dedicare all’atletica l’ultima domenica libera delle vacanze! Bastava talmente poco per renderli felici… poi non lamentiamoci dello scarso attaccamento alla regina degli sport.

 
             

Paolo

 
  Le immagini