Nave, 19 ottobre 2015
Bilancio di fine anno... su pista

Con le prime brume e il ritorno dell’ora solare, che porta l’oscurità sin dal pomeriggio, gli allenamenti del settore giovanile si svolgeranno in… palestra. Il calendario degli impegni verrà presto divulgato e i nostri “pargoli” (e i relativi genitori) sono pregati di prenderne nota.
I più “grandi” non si limiteranno al “caldo” degli impianti coperti, ma svolgeranno anche attività essenziali su pista, sfidando i rigori invernali, adeguatamente protetti soprattutto al termine del loro allenamento.
Grazie alla rinnovata disponibilità di Fabio gli “esordienti” potranno trovare appuntamenti specifici per la categoria, mentre ragazze e ragazzi si alleneranno con me e “cadette/i “ troveranno in Andrea il loro punto di riferimento.
Devo confessare che sono felicissimo del rientro di Fabio con i giovanissimi (significa autentico attaccamento ai nostri colori nonostante difficoltà familiari e lavorative!) e verifico che l’entusiasmo di Andrea verso l’atletica è “totale”: in questi mesi la sua presenza su pista e pedane è stata continua: mattino, pomeriggio, sera!
Mi sto chiedendo se varrà la pena di chiedere all’amministrazione comunale di… creargli appositamente due stanze presso la pista “Greotti”!
Scherzi a parte, Andrea si sta rivelando una risorsa preziosa per tutta l’atletica che può fare riferimento alla sua disponibilità, professionalità, entusiasmo ed abnegazione e, noi… audacini abbiamo la fortuna di poterne… disporre a piene mani, almeno per il momento.
Grazie Andrea, considerando i costanti progressi che i nostri atleti ottengono…

Un grazie non meno significativo va a Carlo, che in silenzio ed umiltà, si rivela altrettanto prezioso collaboratore come lo è Renato, tuttofare, per quanto riguarda le manutenzioni e le cure riservate al nostro ambiente. Un grazie va ai nostri genitori, tanti, che capiscono le difficoltà nelle quali lavoriamo, apprezzano la nostra voglia di allenare e si dimostrano collaborativi quando serve.
Il grazie va esteso ai tanti atleti che hanno voglia di imparare e a quelli che si sono avvicinati ultimamente e scoprono una bella realtà, affiatata, un po’… caciarona, ma genuina dove le… battute vanno e vengono in assoluta sincerità, mai con l’intento di… presa per i fondelli. Tutti sanno quanto l’ironia faccia parte del mio “modus vivendi”, così come l’ottimismo che… mi caratterizza!
Indispensabile infine la nota di merito per un Presidente come Alessandro che si spende e... spende per la nostra attività ogni attimo libero da impegni lavorativi! Quest’anno sta facendo il doppio del lavoro… dovendosi occupare anche della ristrutturazione della casa familiare e vi assicuro che… va a letto stanco, ma soddisfatto!
Nonostante la mole di attività che ne caratterizza le giornate il “nostro” Presidente è sempre allegro, ottimista, capace di stimolare i suoi atleti con interessanti proposte, segnalarli con fotografie significative sul sito dell’AUDACES NAVE, aggiornato e davvero bello, apprezzato da tutti, non solo a Nave e dintorni.

Questo week end ci è servito per cementare una amicizia, consolidata e corrisposta, da parte della Robur Barbarano: un allenamento “collegiale” che ci ha fatto riscoprire la bellezza dell’amore verso l’atletica e, soprattutto, verso i giovani che la praticano!
Ora ci attendono altri impegni come le “prove” degli scolari delle elementari in vista della campestre a loro riservata, fissata per il 2 novembre sul contorno erboso della pista “Greotti”.

Finiti gli elogi ecco alcune note doverose per l’immediato futuro: l’attività scolastica deve essere la prima preoccupazione dei nostri atleti. E’ il loro “dovere” principale e su questo siamo concordi al 100% con i genitori.
L’attività sportiva segue l’impegno scolastico e diventa un momento di svago necessario sul piano dello “stare bene con sé stessi“, “stare bene con gli altri”, socializzare e aprire la mente comunicando con il prossimo.
I progressi sul piano sportivo si concretizzano attraverso adeguati allenamenti, capacità personali, stimoli, disponibilità, sacrificio. L’atletica è un parametro speciale per valutare i progressi: misure e tempi, metro e cronometro, sono lì a segnalare di quanto abbiamo migliorato rispetto alla situazione iniziale. Questo è il vostro obiettivo: migliorare!
Ed è anche il nostro: farvi migliorare!
Tutto il resto… non è noia, ma felicità di farlo insieme!!
Credeteci: il risultato più bello è sentire i vostri genitori contenti di quello che fate, vedervi crescere insieme, affiatati, partecipi di un progetto che vi fa diventare grandi… dentro e fuori.
E a noi non resta che rimpiangere di diventare ogni anno più… vecchi!

Con affetto

 
             

Paolo